Mesola, collezionista di armi "perde" quattro  fucili: denunciato

Uno si trovava in un campo nomadi nel Padovano, nessuna traccia degli altri tre. Ritirati i 47 pezzi che l'uomo teneva in casa

MESOLA. La sua collezione di armi conta una cinquantina pezzi, ma quattro fucili sono spariti e il proprietario non ha saputo spiegare il perché. Per questo un 62enne di Mesola è stato denunciato dai carabinieri per il reato di omessa custodia. Tutto è cominciato nei giorni scorsi con una segnalazione arrivata ai carabinieri della stazione di Mesola dai colleghi di Piove di Sacco (Padova). Durante una perquisizione in un campo nomadi del Padovano, gli uomini dell'Arma avevano trovato un fucile che, dalla matricola, risultava di proprietà di un collezionista d’armi residente a Mesola. I carabinieri di Mesola hanno dunque compiuto una verifica a casa dell'uomo, dove erano legalmente costodite oltre cinquanta armi da fuoco. Dal controllo però sono risultati mancanti all’appello non solo il fucile rinvenuto a Piove di Sacco, ma anche altri tre fucili. Il pensionato non è stato in grado di giustificare l’ammanco delle armi, non avendo mai subito effrazioni, furti o intrusioni. Vista la situazione, i carabinieri hanno ritirato le 47 armi ancora nella sua disponibilità e hanno denunciato il proprietario per omessa custodia.