Restauro di San Paolo Domande fino ad aprile

Scadrà venerdì 30 aprile alle 12.30 il termine per la presentazione delle offerte per partecipare al bando relativo ai “Lavori di riparazione e miglioramento strutturale post sisma della chiesa di San Paolo a Ferrara” con sopralluogo obbligatorio.

La seduta pubblica di apertura delle offerte è programmata per mercoledì 5 maggio alle 10 nella sala riunioni del servizio appalti e contratti, piazza Municipio 21 a Ferrara (1º piano, corridoio a destra). Il Comune precisa che a seguito delle recenti norme in materia di emergenza epidemiologica da Covid-19 e fintanto che tali norme rimarranno in vigore, le sedute pubbliche previste dovranno svolgersi esclusivamente attraverso la piattaforma Sater a cui ogni concorrente dovrà collegarsi.


La chiesa di San Paolo si trova in angolo tra corso Porta Reno e piazzetta Alberto Schiatti. Viene definita il pantheon della città poiché ospita le sepolture di alcuni illustri personaggi della cultura ferraresi. La chiesa fu edificata nel X secolo ed ebbe fin dalle origini la funzione di parrocchia, affidata dal 1295 all’Ordine della Beata Vergine del Monte Carmelo. È un’altra chiesa imponente fuori uso da tempo e inagibile con tutto il suo patrimonio di storia e arte a due passi dal Duomo che si appresta a partire con il progetto di restauro. Qui ci troviamo di fronte a soldi stanziati con il Ducato Estense, con una cifra oltre i 3 milioni di euro. Il bando di gara è studiato in modo da poter iniziare il cantiere il prossimo mese di giugno. Ci vorranno poi almeno due anni per i lavori. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA