Altri due decessi per Covid nel Ferrarese. I nuovi positivi sono 183, record di contagi in Emilia Romagna

Lutti a Ferrara e a Portomaggiore. Quindici ricoveri a Cona, due in Terapia Intensiva

FERRARA. Lutti a Ferrara e a Portomaggiore per il Covid. Ieri è morta all'ospedale di Cona una signora ferrarese di 86 anni che proveniva dalla Casa del Sollievo Ado di Ferrara. È di venerdì (12 marzo) invece il decesso di un uomo di 81 anni di Portomaggiore avvenuto a Cona. Il paziente soffrivaanche di altre patologie.

Ancora alto il dato sui nuovi casi di positività: sono 183 di cui 43 sintomatici. Un andamento che riflette quello regionale, che oggi registra uno degli esiti record dall'inizio della pandemia: 3.023 nuovi contagi su circa 25mila tamponi, con 55 decessi.

Ferrara e Cento si confermano i Comuni più colpiti, rispettivamente con 68 e 29 contagi. Subito dopo c'è Argenta con 16 nuovi casi, Copparo con 12, Comacchio con 11, Bondeno con 6, Fiscaglia e Riva del Po con 5, Poggio Renatico con 4, Terre del Reno e Voghiera con 3, Codigoro, Mesola, Masi Torello  e Lagosanto con 2, Goro e Vigarano con 1. Altri otto contagi sono riferiti a persone residenti fuori provincia. Solo nove contagi sono riconducibili a focolai, e l'età media si è abbassata a 41,4 anni. I tamponi risultati negativi sono stati 540 e le persone guarite 89.

Resta da livello di allerta anche il dato sui nuovi ricoveri: quindici i degenti arrivati nei reparti Covid di Cona, di cui due in terapia intensiva. Un solo paziente Covid è stato invece dimesso. Sono stati disposti 455 nuovi isolamenti domiciliari e 14 sorveglianze telefoniche, con 371 persone che invece hanno terminato la "quarantena".