Contenuto riservato agli abbonati

Vandali all’asilo nido di Formignana: sfondano una vetrata poi prendono un caffè

L’irruzione nella notte, quindi se ne vanno con un estintore. I carabinieri indagano. Il sindaco: «Sono senza parole»

FORMIGNANA. Grande sconcerto, non solo in paese ma nell’intero territorio, ha suscitato l’atto vandalico avvenuto nella notte tra sabato e domenica all’asilo nido comunale gestito dalla coop Le Formiche.

Ad accorgersi del triste episodio, che non rispetta neppure un luogo (chiuso in questi giorni a causa della pandemia) frequentato abitualmente dai bimbi in tenera età, è stato un consigliere comunale del gruppo di minoranza Costruiamo Tresignana, Arrigo Giubelli, residente a Formignana.


La testimonianza

«Mentre ero a spasso col cane – spiega Giubelli –, ho notato presso l’edificio dell’asilo un estintore fuori dalla recinzione, e un altro abbandonato all’interno del cortile, con la schiuma sull’erba. Per cui, ho allertato l’Arma dei carabinieri, che sono arrivati in breve tempo sul posto, coi militari della stazione di Tresigallo, i quali si sono resi conto di una porta vetro sfondata». Danni alla porta e un po’ di caos nei locali ma senza rotture, poi i vandali sono andati in cucina per un caffè. All’asilo è arrivata anche la sindaca Laura Perelli. Informati di quanto successo anche i gestori dell’asilo nido.

A quanto sembra (ma sulle indagini in corso da parte delle forze dell’ordine vi è uno stretto riserbo) dopo la rottura della porta vetro vi sono stati atti vandalici compiuti purtroppo all’interno del nido (che è uno dei più moderni della nostra provincia) da parte degli sconosciuti.

In poche ore la notizia ha fatto il giro non solo del paese, diventando un argomento all’ordine del giorno, anche sui social network: suscitando grande preoccupazione nell’opinione pubblica, perché si tratta solo dell’ultimo di numerosi precedenti episodi avvenuti anche nella vicina zona del campo sportivo. Il Comune ha installato a suo tempo un impianto di videosorveglianza proprio tra le scuole e gli spazi dedicati allo sport.

Il sindaco

«Sono senza parole, per quanto avvenuto presso l’asilo nido – dice il sindaco Perelli –. Sono in stretto contatto con i carabinieri, che stanno conducendo le indagini del caso, su cui non posso aggiungere altro». L’auspicio è che altri episodi del genere non avvengano in futuro. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA