Filo, morte improvvisa a 59 anni. I familiari: «Chiarezza sulle cause»

L’uomo è deceduto sabato notte nella propria abitazione davanti a moglie e figlio. I parenti chiedono un riscontro diagnostico perché non aveva alcuna patologia 

FILO. Giovedì un primo caso finito bene e l’altra notte, purtroppo, anche un decesso quasi certamente per infarto. Da appena quattro giorni è stata tolta l’ambulanza medicalizzata che partiva dall’ospedale di Argenta e subito due richieste di intervento in una delle frazioni più decentrate del territorio comunale, Filo. Ovviamente per ora non è possibile collegare la morte di sabato a un inevitabile rallentamento dei soccorsi (l’automedica è arrivata da Lugo), ma è chiaro che l’allarme lanciato da operatori sanitari torna alla mente di tutti soprattutto dopo situazioni come questa.

Sabato notte per un malore improvviso è morto un uomo di 59 anni, originario di Marsala ma residente da tanti anni nell’Argentano. Il 59enne si trovava a casa con moglie e tre figli (il più piccolo è del 59enne, gli altri due sono nati dalla precedente relazione della donna) quando poco prima di mezzanotte ha accusato un forte malore. Immediata la chiamata ai soccorsi: l’uomo è prima andato in bagno poi è crollato di nuovo a terra, forse colpito da un secondo infarto.

L’abitazione della famiglia si trova in aperta campagna, non facile da raggiungere: prima è giunta l’ambulanza infermieristica da Argenta, vista la situazione grave il personale sanitario ha immediatamente richiesto l’intervento del medico. Essendo stati spostati da giovedì (e fino all’8 aprile) tre medici del Pronto soccorso da Argenta all'ospedale del Delta a Lagosanto, l’automedica disponibile più vicina è partita da Lugo, in provincia di Ravenna. Purtroppo, i tentativi di rianimare il 59enne da parte dell’infermiere prima e del medico poi si sono rivelati vani: l’uomo è morto poco dopo nella sua casa.

Già nella giornata di ieri il medico legale si è recato a Filo per parlare ai familiari del 59enne, i quali chiedono un riscontro diagnostico, perché vogliono sapere con assoluta chiarezza le cause del decesso. L’uomo, infatti, pare non soffrisse di alcun tipo di patologia. Si tratta di un caso che va approfondito, ma che arriva in un momento delicato, con il sindacato della funzione pubblica Cgil deciso a raccogliere tutte le segnalazioni di questo tipo che arriveranno in questi giorni con il personale medico argentano ridotto. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA