Contenuto riservato agli abbonati

Ferrara, i piatti tipici girano l’Italia: Finetti firma gli Artigianali

Il portale e-commerce è stato creato da Ars et Labor e dallo chef ferrarese. «Portiamo le pietanze a casa della gente, anche il precotto può essere di qualità»

Chef Finetti firma gli Artigianali: i piatti della tradizione ferrarese sul web

FERRARA. «La pandemia ci ha fatto ripensare alla ristorazione, ai prodotti a domicilio e alle potenzialità del cosiddetto cibo precotto. Dietro questa definizione, troppo spesso vista con diffidenza e sotto un’accezione negativa, c’è un mondo da scoprire. Anche i precotti possono essere di qualità e così ci siamo detti: perché non realizzare una linea tutta nostra?».

Luca Borsetti di Horecafe srl e Simone Finetti, chef noto al grande pubblico per la sua partecipazione a Masterchef e Masterchef all stars, poco prima di Natale hanno gettato le basi per creare qualcosa di nuovo, qualcosa che fosse capace di fondere locale e nazionale; qualcosa che permettesse anche a chi è lontano di gustare pietanze tipiche ferraresi. Gli Artigianali, questo il nome del progetto, decolla ora.

COME FUNZIONA

Mentre Borsetti e Nicola Tavolazzi, soci di maggioranza di Horecafe srl (società nata dalla collaborazione tra la catena di pizzerie Ars et Labor e Bota srl), si sono occupati della parte logistica, Finetti si è concentrato sull’ideazione del menù. Gli Artigianali sono destinati al mercato e-commerce e hanno l’obiettivo di portare sulle tavole degli italiani quelle pietanze a lunga cottura che, come spiega lo chef, hanno sapori legati alle tradizioni e «profumano un po’ di casa di nonna». Alla base dei piatti le materie prime del territorio. «Ci sono piatti come il brasato, la salamina, il brodo, e il cotechino che richiedono cotture lunghissime. Il tempo per la cucina è sempre meno e allora – dice lo chef – abbiamo pensato di preparare noi, come ristorante, queste pietanze; a casa le persone dovranno solo finire di assemblare il prodotto seguendo le istruzioni sulla scatola».

PASQUA ATTO PRIMO

«L’idea – spiega Tavolazzi - è di essere sul mercato per Pasqua. La vendita è programmata su tutta Italia quindi stiamo ideando anche un packaging per il trasporto. L’acquisto è molto semplice: sul sito gliartigianali.it i consumatori troveranno un carrello per l’acquisto dei prodotti che saranno consegnati su Ferrara direttamente da noi e fuori da una ditta di corrieri». E questo è solo il primo passo verso un più articolato mercato di vendita che comprenderà la creazione di un negozio degli Artigianali alle Corti di Medoro di Ferrara, in programma per settembre, e di un ulteriore punto vendita dentro agli spazi del Fico Eataly World, a cui sono già stati invitati a partecipare. Come preannunciato dallo chef Finetti, a completare il menù degli Artigianali arriverà in futuro una selezione di dolci. All’orizzonte anche una nuova produzione personale di olio biologico d’oliva e vini biologici e biodinamici da abbinare ai piatti. Da non dimenticare poi l’universo salumi, prodotti freschi forniti dalla macelleria di Cristian Cappucci di Argenta.

Insomma, l’obiettivo è far conoscere in lungo e in largo i piatti della tradizione ferrarese senza però trascurarne la genuinità. Lo chef Finetti, di nuovo in cucina per questa nuova avventura, anticipa: «Abbiamo tanta carne al fuoco ma la nostra mission è una: fare cose buone e portarle a casa della gente». —

Ines Ammirati

© RIPRODUZIONE RISERVATA