Usa una carta di credito non sua: denunciato

Operazioni della Polizia ferroviaria in tutta la regione. Una parsona arrestata

Una persona arrestata, 19 indagate, più di 3.800 persone controllate, 23 violazioni amministrative contestate e decine di veicoli ispezionati. Sono questi i risultati dell’attività del Compartimento Polizia ferroviaria dell’Emilia Romagna nella settimana appena trascorsa che ha visto sull’intero territorio regionale l’impiego di oltre 360 pattuglie della Specialità, in uniforme e in abiti civili, 71 delle quali a bordo treno, anche in occasione delle giornate coincidenti con le Festività Pasquali, nel corso delle quali i controlli sono stati particolarmente rigorosi anche al fine di verificare il rispetto delle normative connesse all’attuale situazione pandemica.

I controlli

In particolare, il 1° aprile  il personale del posto di Polizia ferroviaria di Ferrara ha denunciato in stato di libertà un cittadino pakistano per i reati di ricettazione e indebito utilizzo di carte di credito. Le altre denunce sono relative a vari reati quali: resistenza a Pubblico Ufficiale, violazione delle norme riguardanti il soggiorno degli stranieri in Italia, reati inerenti gli stupefacenti, rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale, false attestazioni sull’identità personale. Nel corso della settimana è stata effettuata anche l’operazione straordinaria di controllo denominata “Stazioni Sicure”, organizzata dal Servizio Polizia Ferroviaria nell’ambito della collaborazione internazionale tra Polizie Ferroviarie e dei Trasporti europee, finalizzata oltre alla prevenzione dei reati e ad incrementare il livelli di sicurezza tramite misure che vanno oltre l’ordinario controllo.