Racket della sabbia Ascoltati i testimoni

lido scacchi. Continua il processo sul caso del “racket della sabbia”, per i lavori di sistemazione delle spiagge nei Bagni dei Lidi Comacchiesi. Ieri mattina in Tribunale a Ferrara sono stati ascoltati sei testimoni, tra cui Nicola Bocchimpani di AsBalneari e Gianni Nonnato come presidente del Consorzio di Lido Nazioni. Erano attesi anche i due imputati per essere ascoltati, ma hanno deciso di non presentarsi.

Un processo innescato dalle ruspe danneggiate sull’arenile di Scacchi nell’aprile 2018, che avevano fatto da avvertimento per il ricatto che arrivò a maggio. Per questi fatti Natalino Buzzi, comacchiese, 64anni e Claudio Stella, 56 anni di Lagosanto, imprenditore, sono imputati del reato di estorsione contestato dalla procura. Vittime dei ricatti i fratelli Grigatti, Andrea e Guido, della ditta Ecotrasp che subirono appunto l’ «azione punitiva» e difesi dall’avocato Denis Lovison. La sentenza è attesa per il 7 di luglio. —


© RIPRODUZIONE RISERVATA