Marescotti: non sono stato sanzionato ad oggi e querelo il vicesindaco

Giallo sul verbale anticovid a carico dell'esponente Pd, indaga la Digos

FERRARA. A tutt’oggi non è stato ancora sanzionato e vuole vederci chiaro su una vicenda che lo ha preso di mira in maniera pesante e a suo dire anche diffamatoria. Diego Marescotti, l’esponente Pd che secondo una comunicazione della polizia locale sarebbe stato sanzionato per non aver rispettato la normativa anticovid, passa al contrattacco e lo fa con una denuncia presentata alla Digos a cui ha esposto i fatti. Inoltre denuncia il vicesindaco Nicola Lodi, in qualità di assessore alla polizia locale, perché il corpo ha divulgato la notizia della sanzione, senza che questa fosse stata contestata e fatta. La versione della sera di Pasqua la fornisce lo stesso Marescotti in un’informativa denuncia che ha fatto ieri mattina nei locali della Digos di Ferrara.

«Mi trovavo - dice e sottoscrive - domenica 4 aprile verso le ore 20.30 in via del Pavone nell’abitazione di una coppia di amici, unitamente ad altri due amici ferraresi eravamo in cinque. Mentre eravamo sulla terrazza dell’abitazione giungeva una pattuglia delle polizia locale allertata presumibilmente da qualche vicino a causa della musica che si poteva udire nelle vicinanze. Gli operatori identificavano tutti noi, segnando i nostri nomi e dopo averci rivolto l’invito ad abbassare il volume della musica, per non arrecare disturbo, si congedavano ricordando l’obbligo di rientrare presso la nostra abitazione entro le ore 22 come da Dpcm. Non ci veniva contestata alcuna violazione. Nel caso venissi sanzionato dopo, prassi inusuale, procederò all’impugnazione o al pagamento. Resto però indignato dal fatto che siano uscite notizie non vere dalla polizia locale». —


© RIPRODUZIONE RISERVATA