Lutto a Copparo. Più guariti che positivi

Undici nuovi ricoveri ma cala la pressione in ospedali e terapie Intensive. Meno casi attivi nonostante 133 contagi

Se per i secondo giorno consecutivo i contagi tornano a salire nel Ferrarese, le guarigioni superano ancora una volta i nuovi casi positivi. E, pur con 11 ulteriori ricoveri all’ospedale Sant’Anna di Cona di cui uno un Terapia Intensiva, la disponibilità di letti del comparto Covid sale a 34 posti, di cui tre intensivi, grazie anche a 12 pazienti dimessi.

Purtroppo, però, si deve registrare l’ennesimo lutto connesso al coronavirus: venerdì a Cona è morto un uomo di 65 anni di Copparo, che era stato ricoverato il 22 marzo e soffriva di patologie pregresse.


Luci e ombre nel bollettino quotidiano di aggiornamento sull’epidemia diramato ieri dalle autorità sanitarie. I nuovi casi di positività sono risaliti oltre quota cento, con 133 contagi, ma calano i casi attualmente attivi perché il Dipartimento di sanità pubblica ha comunicato al contempo 179 guarigioni con tampone negativo.

I nuovi contagi

Dei 133 nuovi positivi (a fronte di 451 tamponi risultati negativi), 37 sono sintomatici con un’età media di 43,7 anni. I Comuni con il maggior numero di contagi sono Ferrara (39) e Cento (29), seguiti da Goro (11), Argenta (9), Comacchio e Portomaggiore (7), Copparo (6), Codigoro, Vigarano Mainarda (3), Jolanda di Savoia, Lagosanto, Mesola, Poggio Renatico, Terre del Reno (2), Ostellato e Riva del Po (1), mentre altri sette contagi riguardano persone residenti fuori provincia.

Sono 250 le persone entrate in isolamento domiciliare, 350 quelle uscite dal periodo di isolamento, mentre per altre 20 è stata disposta la sorveglianza telefonica.

Gli ospedali

Cala la pressione negli ospedali: a Cona dopo settimane di occupazione piena dei 28 posti intensivi, ci sono tre ricoverati gravi in meno, e anche il reparto intensivo del Delta di Lagosanto è calato da dieci a otto pazienti ricoverati, così come risultano occupati i cinque posti semintensivi (che erano stati precedentemente aumentati a nove).

Sempre all’ospedale Delta ci sono 68 ricoverati nei reparti non critici di cui 31 nel reparto di Medicina Covid e 24 nella Lungodegenza, mentre al Santissima Annunziata di Cento dei 56 pazienti Covid ricoverati , 34 si trovano in Medicina e 22 nel reparto di Lungodegenza.

In Emilia Romagna

I nuovi contagi in Emilia-Romagna sono stati 1.525 nelle ultime 24 ore, mentre i morti sono stati 33: uno a Piacenza; tre in provincia di Parma; quattro in provincia di Reggio Emilia; quattro nel Modenese; otto nella provincia di Bologna; tre nella provincia di Ravenna (una donna di 94 anni e due uomini di 77 e 79 anni), quattro in quella di Forlì-Cesena e cinque in quella di Rimini.

Così come nel Ferrarese, anche in tutta l’Emilia Romagna aumentano i guariti e diminuiscono i ricoveri. Dall’inizio dell’epidemia da coronavirus, in regione si sono registrati 349.822 casi di persone positive. I tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono stati 28.829 e la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 5,3%.

Ecco la situazione dei contagi provincia per provincia: Bologna (346), Modena (279), Parma (193), Reggio Emilia (162), Ferrara (133), Ravenna (102), Rimini (96), Cesena (81), Forlì (72), e infine, Piacenza (35) e il Circondario imolese (26).

© RIPRODUZIONE RISERVATA