Cosa mangiano i ferraresi? Pizza, cinese e hamburger al top

In periodo di pandemia raddoppiano i ristoranti ferraresi che si affidano al delivery. E Ferrara è al quarto posto in Italia per crescita di questo specifico comparto

FERRARA. La ristorazione anche a Ferrara si affida sempre di più al food delivery. Nella lista dei colossi impegnati nel capoluogo provinciale c’è sicuramente Deliveroo, che ha presenze in oltre 800 città del mondo con oltre 115.000 tra ristoranti con servizio di consegna e asporto e negozi di alimentari, impiega oltre 2.000 dipendenti e 100.000 rider, ed è partecipata da Amazon. Ma anche Just Eat, il servizio nato in specifico per ordinare e ricevere cibo a domicilio, e Glovo che svolge consegne anche di altre tipologie.

DATI E TENDENZE


Secondo i dati dell’osservatorio nazionale Just Eat a Ferrara crescono i ristoranti che scelgono il digital food delivery con la stessa Just Eat: +108% nel 2020 per un totale di oltre 110 ristoranti partner. Ferrara si posiziona al quarto posto per quanto riguarda le città che registrano la maggior crescita in termini di ristoranti, subito dopo Rimini, Cagliari e Reggio Emilia. La cucina preferita dopo la pizza è il cinese con involtini primavera, involtini di gamberi, ravioli al vapore di carne, seguita dagli hamburger al secondo posto con bacon burger, burger black angus, cheeseburger, e dal giapponese al terzo posto con nigiri sakè, nigiri salmone, sashimi sakè. Seguono panini e pollo. Il giapponese è la cucina più in crescita negli ordini a domicilio in città con +100%. A guidare la crescita: carpaccio di salmone, chiraschi misto, nigiri al granchio, tempura mista, futomaki fritto. Seguono i panini con +52% (panino vegetariano, rosetta con burro e marmellata, panino di mare con pesce e stracciatella, panino con bufala) e la pizza con +5% (pizza con olive nere e acciughe, pizza Napoli, calzone con verdure e calzone di pizza parmigiana, margherita al metro). Tra i trend che si registrano in città e guidati dall’apertura anche di nuovi ristoranti dedicati spiccano il gelato e l’italiano.

Il giorno in cui si ordina di più a Ferrara è la domenica. A Ferrara sono i giovani tra i 25 e i 34 anni i maggiori utilizzatori di food delivery con il 37%, seguiti dalla fascia 18-24 anni (23%), 35-44 (19%) e 45-55 (12%). Gli uomini tendono a ordinare più delle donne con 58% contro 42%, mentre se si guarda alle professioni sono gli studenti ad affidarsi di più al food delivery con il 42%, seguiti dagli impiegati (31%) e dai liberi professionisti (6%).

ANCHE NON FOOD

Per Glovo il 2020 ha visto l’hamburger occupare il primo posto nella classifica dei cibi più ordinati a Ferrara, con una crescita rispetto al 2019 del 500%. Al secondo posto resta salda la pizza, punto di riferimento imprescindibile per i ferraresi, in quanto mette a segno una crescita anno su anno di oltre il 900%. Al terzo posto i dolci, altro must in questi ultimi mesi, che crescono anno su anno del 160%.

Tra gli ordini non food più curiosi negli ultimi mesi in città: occorrente per il make-up: candele profumate per la casa; cavetti per computer: Cibo per cani; Tela per dipingere. Attualmente sono presenti sulla piattaforma più di un centinaio di partner della ristorazione attivi a Ferrara. –

Maurizio Barbieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA