Contenuto riservato agli abbonati

Linea diretta all’ospedale: Copparo e Cona collegate dal trasporto pubblico

Durante la seduta consiliare  di stasera (20 aprile) verrà approvata  la convenzione Comune-Ami. Al via in maggio un periodo sperimentale di cinque mesi

COPPARO. Da Copparo all’ospedale di Cona in bus. Il nuovo servizio, sulla base della convenzione tra Comune e Ami, questa sera sarà approvata formalmente in consiglio, dopo essere passata in precedenza all’esame dell’apposita commissione.

L’attivazione del servizio di trasporto pubblico, differita per il preminente impegno dell’Agenzia Mobilità nella riorganizzazione del trasporto scolastico in chiave Covid, prevede un periodo sperimentale di circa cinque mesi, prorogabile qualora ne venga confermata la richiesta.


Le modalità

Saranno naturalmente osservate tutte le indicazioni di precauzione e sicurezza, previste dalle normative, che comporteranno limitazioni di carico, per il distanziamento sociale, e la necessità di un maggior impiego di mezzi, personale e risorse. Verrà utilizzato un bus con capienza adeguata alle misure vigenti per i carichi previsti e comunque adatto al trasporto di persone con disabilità motoria. Il servizio sarà a chiamata, previa prenotazione, come da prassi per gli attuali servizi taxibus, al numero verde gratuito 800 521616 e da cellulare al 199 113155.

La convenzione avrà validità indicativamente da lunedì 3 maggio. La linea di trasporto pubblico locale verrà attivata nei giorni feriali, da lunedì a venerdì, prevedendo tre coppie di corse in mattinata, quando sono maggiormente concentrate visite e analisi: alle 7, alle 10 e alle 12 in andata e alle 9, alle 11 e alle 14 al ritorno. Il percorso tra Copparo, autostazione e ospedale di Cona prevederà le fermate intermedie di Saletta e Tamara. Per i 105 giorni lavorativi di svolgimento del collegamento il Comune di Copparo investirà complessivamente 26.880 euro. Il singolo biglietto avrà il costo di 3,70 euro, in base alle tariffe dei titoli di viaggio applicate nel bacino di Ferrara.

Il clima in consiglio

Nella seduta consiliare di stasera, alle 21 in videoconferenza, c’è un altro punto all’ordine del giorno: l’adesione al Patto dei sindaci per il clima, che culminerà nella redazione del Paesc, il Piano di azione per il clima e l’energia sostenibile. Prevede interventi per ridurre le emissioni di Co2 e garantire migliore efficienza energetica. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA