"Ciao Francesco,  mancherai a tutti noi"

A Portomaggiore i funerali di Francesco Pasini, uomo di cultura. Tra i tanti amici il ricordo commovente di Mario Bellini: <Quando ti raggiungerò riempiremo insieme il giornale il Porto>.

"Ciao Francesco, mio amico da 70 anni"

PORTOMAGGIORE - Nella chiesa di Portomaggiore, familiari e tanti amici e che lo conoscevano nei suoi tanti ruoli di uomo di cultura: gallerista, mercante d’arte, editore, grafico e pubblicitario.

Erano tutti qui per Francesco Pasini,79 anni, che come ha ricordato il suo grande vecchio amico («ci conosciamo da 70 anni») Mario Bellini, è stato anche una persona che ha sempre cercato di valorizzare il proprio territorio, non solo quello portuense dove è nato e vissuto, ma anche quelli limitrofi ricchi di storia, come Voghiera, che nel 2018 lo ha insignito con la cittadinanza onoraria per meriti culturali.

Così, tutta Portomaggiore e non solo si sono ritrovate più povere, senza di lui morto all’età di 79 anni (ne avrebbe compiuti 80 in luglio) all’ospedale Sant’Anna di Cona per una malattia contro cui lottava da tempo.
In chiesta tutta la sua famiglia, la moglie, i figli Luca e Marco, la nuora e l’amato nipote Filippo e tantissimi amici a dirgli ciao. Lo ha fatto Bellini per tutti: «Ciao Francesco, quando ti raggiungerò riempiremo insieme l’ ultimo numero del Porto (il giornale che pubblicava, ndr)».


E come ha ricordato il sindaco portuense Nicola Minarelli, stringendosi alla famiglia «porgo a nome mio e di tutta l’amministrazione comunale le più sentite condoglianze, la sua è davvero una perdita importante».