Ferrara, due minorenni sorpresi a rubare vestiario in un negozio

Il bilancio dei controlli di giovedì della polizia di Stato: trovata una persona che ha violato il foglio di via obbligatorio

FERRARA. Diverse operazioni da parte del personale della polizia di Stato nel corso del quotidiano servizio di controllo del territorio nella giornata di giovedì.

E' stato rintracciato un cittadino residente nel Ferrarese gravato da un ordine di espiazione di pena detentiva. All’uomo è stato notificato l’ordine di esecuzione di applicazione del regime di detenzione domiciliare emesso dalla Procura della Repubblica di Ferrara per una pena di otto mesi. Al termine delle formalità di rito è stato accompagnato al domicilio, ove sconterà la misura in regime di detenzione domiciliare.

Nel tardo pomeriggio di giovedì alla sala operativa è arrivata una richiesta di intervento da parte di un addetto alla sicurezza per un tentato furto all’interno di un negozio di abbigliamento cittadino. All’arrivo degli agenti, l’addetto ha riferita che poco prima, mentre svolgeva il servizio di antitaccheggio all’interno dell’esercizio commerciale, ha notato due ragazzi, un uomo e una donna, con uno zaino, che dopo aver prelevato del vestiario di vario genere, lo hanno occultato all’interno dello stesso per poi dirigersi verso l’uscita senza acquisti, “evitando” le casse. Varcato la barriera di uscita sono stati fermati e, dopo un timido tentativo di giustificarsi, i ragazzi hanno consegnato spontaneamente lo zaino al cui interno era occultata la merce precedentemente sottratta. Al termine delle formalità di rito, i due ragazzi - entrambi minorenni -, sono stati segnalati all’autorità giudiziaria competente e affidati ai genitori.

E' stato poi fermato un cittadino, proveniente da altro Comune, che non ha fornito una valida giustificazione in ordine alla sua presenza in città. Sprovvisto di documenti, dai primi accertamenti sono emersi a suo carico una pluralità di pregiudizi di polizia e l’applicazione della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno a Ferrara per tre anni. Al termine degli accertamenti l’uomo è stato così denunciato in stato di libertà per aver violato le prescrizioni inerenti al foglio di via obbligatorio e sanzionato amministrativamente per aver violato, senza giustificato motivo, le vigenti disposizioni in materia di contrasto all’emergenza epidemiologica Covid-19.

Il bilancio dell'attività di giovedì è di tre persone denunciate a piede libero, una persona agli arresti domiciliari, 179 persone identificate di cui 22 con precedenti di polizia, 44 veicoli controllati, quattro esercizi commerciali controllati, un rimpatrio e una sanzione Covid.