Barbara, molla tutto e  da Ferrara vola a Tenerife: «Ora devo pensare alla mia felicità»

Barbara al centro con Tommy e la Biba

Il coronavirus e la crisi. La 45enne gestisce due centri estetici: per un po’ lavorerò in smart working, ma voglio aprire qualcosa di mio

FERRARA. Barbara Dalla Costa ha 45 anni, è di Ferrara città anche se dal 2014 vive a Pontelagoscuro. Anzi, bisogna dire viveva, visto che da una decina di giorni ha salutato familiari, amici e colleghi ed è volata a Tenerife. No, non in ferie e non come nel 2017, quando nell’isola spagnola sull’Oceano Atlantico andò per tre mesi, ma poi tornò a Ferrara. Stavolta la 45enne è ben decisa a rimanere e per sempre a Tenerife, godendo dell’ospitalità di due amici ferraresi ormai stabili sull’isola, almeno finché non avrà trovato una sistemazione. Intanto, ha venduto la propria casa a Pontelagoscuro e almeno per il momento ha deciso di non licenziarsi, perché lavorando in smart working a causa del Covid può farlo ugualmente da Tenerife.

Ecco, il Covid, come non pensare che incide sulla scelta: «Certo che incide. Intendiamoci - ci dice Barbara -, la crisi c’è anche qui a Tenerife, seppure più aperta dell’Italia i turisti sono molti meno di quelli che ci sarebbero senza la pandemia, ma non posso paragonare il clima diverso e anche lo stile di vita. In questo momento a Ferrara non ho compagno di vita e figli, il lavoro lo posso proseguire anche grazie alla disponibilità del mio socio e dopo quattro traslochi sempre a Ferrara, è arrivato il momento di cambiare aria, penso che questa sia l’età giusta per farlo. Dai, non amo la bicicletta e la nebbia, qui sono immersa fra mare e natura incontaminata, poi la gente è sempre sorridente, tutte cose che colmano le mancanze di Ferrara».

Amici e lavoro

In realtà, questo radicale cambio di vita era già nelle corde della 45enne ferrarese quando fece il primo viaggio a Tenerife, ma da allora a oggi c’è una differenza sostanziale, due amici che la ospitano: «Beh, devo ringraziare Tommy e la Biba, due ferraresi che da sette anni hanno mollato tutto come me e alla cieca si sono trasferiti qui. Lui (storico fotografo del mondo della notte ferrarese; ndr) è in pensione e vende magliette personalizzate, lei svolge un lavoro di marketing online che potrebbe essere ideale pure per me. Quando venni nel 2017 non conoscevo nessuno, girai tutta l’isola in cerca di opportunità ma senza appoggi è complicato. Stavolta ci sono loro che mi supportano in tutto, intanto ospitandomi nella loro casa, poi nell’organizzarmi il trasloco e nella ricerca di un posto dove vivere».

Altro aspetto determinante il lavoro: Barbara da ben 16 anni è socia di Happy Sun, il centro benessere con sedi nei due centri commerciali di Ferrara. «Di fatto sono il braccio destro del titolare, mi occupo della burocrazia e gestisco 15 fantastiche ragazze. Chiaro, a differenza di prima non potrò sostituire fisicamente le assenti, a esempio alla cassa visto che non sono estetista, però la gran parte del lavoro posso svolgerla anche da qui. Ma questa situazione non può durare per sempre, se non trovo una situazione contrattuale che mi permetterà di continuare la collaborazione, mi metterò comunque alla ricerca di un lavoro, magari la gestione di un B&B o di una guest house, organizzando gite per condividere emozioni ed esperienze con persone in arrivo da tutto il mondo».

Casa venduta

A dare stabilità economica alla 45enne è poi la vendita della casa di Pontelagoscuro: «Una vera botta di fortuna trovare un acquirente. Salvo cancellazione voli il 18 maggio tornerò a Ferrara per la stipula della vendita davanti al notaio e l’organizzazione della spedizione della mia roba a Tenerife e poi il trasferimento sarà definitivo...».

Barbara, andata a vivere da sola a 19 anni non ha paura di rischiare, nella vita ha cambiato diversi lavori e di recente aveva anche aperto un’attività in proprio, il negozio di abbigliamento “Sexy in the city” in via Carlo Mayr: «Mi sono rimasti un sacco di vestiti, sempre grazie a Tommy mi organizzerò vendendoli ai mercatini per turisti».

Il Covid poi ha influito sulla scelta della meta: «Lo scorso giugno avevo in mano il biglietto per Bali, doveva essere quella la mia destinazione. Saltato il volo ho rinviato il trasferimento a quest’anno, scegliendo Tenerife proprio per Tommy e la Biba».

La 45enne ferrarese sta raccontando tutte queste sue scelte, documentando l’ultimo trasferimento con tanto di foto sulla pagina Instagram Mettolamiavitainunavaligia e sul sito provoatrasferirmiatenerife.wordpress.com

Ah, a Ferrara Barbara lascia genitori, fratello, nonna, zii e cugini, a cui è molto legata, ma... «Qui indossi una maglietta, uno short e l’infradito, ti siedi di fronte al mare a osservare l’infinito e hai tutto ciò che ti serve: la pace. La cosa importante adesso è la mia felicità». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA