Ferrara, asili comunali: liste d’attesa ridotte ma restano fuori 367 bambini

Aiuta il calo delle iscrizioni, in difficoltà la fascia 3-6 anni. Chi è fuori può ancora sperare in rinunce entro il 10 maggio

FERRARA. Sono 600 i nuovi ingressi in nido e materne comunali, dopo il calo delle iscrizioni registrato a inizio anno a causa soprattutto della denatalità. Si sono leggermente accorciate di conseguenza le liste di attesa, anche se restano ad oggi fuori ancora 367 bambini, nella maggior parte dei casi della fascia 3-6 anni per la quale, a certe condizioni economiche, le alternative nel privato non dovrebbero mancare. Sull’intera organizzazione della scuola d’infanzia resta ovviamente un punto interrogativo legato all’evoluzione della pandemia.

LE LISTE


Un paio di giorni fa l’Istituzione scuola del Comune ha pubblicato le graduatorie definitive e le relative assegnazione di posti per l’annata 2021/22, con il corollario della prima lista d’attesa per le varie categorie. Si tratta di numeri suscettibili di adattamenti e limature, in funzione soprattutto di rinunce e trasferimenti che tuttavia non modificano di solito in maniera sostanziale la situazione fotografata a questo punto dell’anno.

La somma delle quattro distinte liste d’attesa, che raccoglie le domande escluse dalle assegnazioni, è appunto di 367 unità. La lista più lunga è quella dell’infanzia per i residenti in città, che conta 210 bambini, ma forse i problemi maggiori per le famiglie si collocano nella fascia del nido medio-grandi riservata sempre ai residenti: sono in attesa per questi posti 105 famiglie. Sono 37 i neonati residenti che aspettano il loro turno, e a loro se ne aggiunge uno non residente di quell’età; sono invece 14 i medio-grandi non residenti in attesa del nido.

A livello di curiosità di può rilevare che le famiglie con neonati hanno chiesto in prevalenza di frequentare al nido del Salice, poi tra le preferenze emergono Le Girandole, Neruda e più staccati Costa e Gobetti.

Il confronto con l’anno scorso può essere fatto a liste assestate, cioè in piena estate (il ritardo rispetto al solito era dovuto all’incertezza assoluta dei protocolli coronavirus): a quell’epoca erano 377 i bambini complessivamente fuori dagli asili.

LE FASI

L’accettazione o rinuncia al posto va effettuata online sul portale sosi@home, operazione possibile fino alle ore 24 del 10 maggio. Le opzioni che si libereranno per questa via, ricorda l’Istituzione scuola, saranno riassegnati indicativamente dal 17 al 20 maggio con accettazione o rinuncia posto dal 20 maggio alle ore 24 del 24 maggio.  Alle famiglie degli assegnati non residenti, in caso di accettazione del posto, verrà applicata la retta massima.  Informazioni al Punto unico di accesso e tariffazione nelle giornate di apertura dell’ufficio: mercoledì e venerdì 10-12.30; giovedì 10-12.30 e 14.30-16.30. —

S.C.

© RIPRODUZIONE RISERVATA