Ferrara, 18enne arrestato dopo la rapina

Guai per il giovane malvivente che poco prima ne aveva tentata un'altra

FERRARA. La sera del 10 maggio hanno commesso una rapina in piazza Ariostea e uno di loro, appena 18enne, è stato arrestato dai carabinieri (poi rimesso in libertà dall’autorità giudiziaria e ora a piede libero). Sta di fatto che nel giro di poche ore gli stessi, il maggiorenne e un minorenne, hanno tentato un’altra rapina, questa volta non portandola a segno. I militari, dopo aver terminato le indagini sulla rapina consumata hanno svolto altri accertamenti nella stessa zona per verificare se si fossero verificati fatti simili la sera del 10 o nei giorni precedenti. Mercoledì i carabinieri hanno rintracciato uno studente di 19 anni residente in città il quale ha riferito di aver subito una tentata rapina ad opera di 2 giovani che i carabinieri grazie ai loro accertamenti hanno stabilito trattarsi degli stessi due che avevano compiuto la rapina lunedì sera in piazza Ariostea. Il 19enne ha anche raccontato ai carabinieri di non aver denunciato immediatamente la tentata rapina essendo riuscito a fuggire senza conseguenze. Nello specifico, lo studente lunedì pomeriggio si trovava in via Bologna quando veniva avvicinato e aggredito dal 18enne di piazza Ariostea e dal complice minorenne, i quali cercavano di sottrargli un borsello contenente documenti e denaro, non riuscendo nella loro azione solo per la reazione immediata della vittima e la sua fuga. I due rapinatori sono stati però riconosciuti, senza ombra di dubbio, dal diciannovenne, il quale, ha quindi sporto denuncia per la tentata rapina subita. I militari hanno così denunciato i due per tentata rapina.