Contenuto riservato agli abbonati

Ponte Maestro, chiusura e disagi per i cittadini. Parte il flash mob

Domani l’iniziativa organizzata dal Sinistra civica: «L’apertura del cantiere è scattata senza individuare alcuna alternativa»

ostellato. Non c’è pace per i ponti di Ostellato che continuano a fare discutere. E dopo l’inaugurazione di quello dell’idrovia, un’altra questione si è aperta ormai da mesi. Sotto accusa, questa volta, i lavori per il ponte Maestro (o San Zagno) che hanno costretto alla chiusura dello stesso con i residenti in zona che devono fare diversi chilometri per arrivare a poche centinaia di metri. E Sinistra civica di Ostellato ha promosso un flash mob per domani alle 11, vicino al ponte in questione, in corrispondenza dell’idrovoro San Zagno.

la protesta


La manifestazione è stata indetta per segnalare la pericolosità e il danno economico che questa chiusura procura alla comunità locale e a tutto il territorio del Basso Ferrarese. «La chiusura di questa arteria senza aver preventivamente programmato in tempo utile il rifacimento del ponte è totalmente incomprensibile - spiega Daniela Fuschini -, se si considera che già due anni fa si erano rilevati importanti danni alla struttura. Se a ciò aggiungiamo che sulla superstrada vi sono lavori che restringono la carreggiata e che non si sa quando termineranno non fatichiamo a pensare che questa sarà un estate che non si dimenticherà facilmente».

la proposta

Un assaggio del disagio possibile «ci è stato fornito dall’incidente di qualche giorno fa e delle colonne di automobili da “megalopoli” che si sono viste domenica scorsa. Per questo chiediamo che le istituzioni tutte, dal Comune, alla Provincia diretta interessata fino alla Regione, intervengano velocemente: perché non chiamare l’esercito a installare in pochi giorni un ponte Bailey?». In realtà, l’idea di un ponte Bailey era stata valutata dall’amministrazione ma i tempi per il progetto, i permessi e la realizzazione superano quelli messi in conto per la consegna del ponte nuovo (promesso in un anno). «Si raccomanda che le persone che parteciperanno siano dotate di regolare mascherina e rispettino le distanze di sicurezza previste dalle norme antiCovid», esortano infine da Sinistra civica. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA