Ferrara, restaurato palazzo Santo Stefano. Ora inizia il restauro dell’ex sede Enel

L’inaugurazione il 4 giugno del complesso residenziale. Via libera al cantiere con un intervento di 2,5 milioni di euro 

FERRARA. Santo Stefano: parte l’ultimo atto della riqualificazione del complesso ex Enel. L’Ivi, l’italiana valorizzazione immobiliare, società del gruppo Bper, da anni sta investendo sulla riqualificazione di una zona centrale della città con un piano diviso in tre fasi. La prima si è già conclusa da due anni con l’inaugurazione del parcheggio multipiano di via Borgoricco. La seconda avrà il suo epilogo il 4 giugno con l’inaugurazione del ristrutturato palazzo Santo Stefano e la terza fase consiste nell’avvio dei lavori dello stabile di piazzetta Saint Etienne per riconvertirlo dopo l’abbandono lasciato dalla partenza dell’azienda dell’energia elettrica.

BORGORICCO


Il primo progetto è stato inaugurato nella primavera 2019 con la realizzazione del parcheggio Borgoricco con ingresso e uscita dall’omonima via. La società della Bper è riuscita a tirare il prezzo a 5 milioni di euro vendendolo a Ferrara Tua. Si tratta di 101 posti auto suddivisi in cinque piani a due passi dal duomo, e dopo una partenza un po’ in sordina è stato scoperto dai ferraresi, nonostante il lockdown e le zone rosse abbiano rallentato l’afflusso.

PALAZZO SANTO STEFANO

Dopo aver ultimato il primo progetto, è partita a ruota la fase due. L’Ivi, legata al capitale Bper, insieme al raggruppamento di imprese tutto al ferrarese: l’Ibf Emilia amministrata dall’ingegner Fabio Bulgarelli e l’Edilferro, hanno riconvertito lo storico palazzo del Cinquecento(Palazzo Santo Stefano) e in questo caso, l’opera per Ferrara riveste una specie di primato. Lo stabile che ha l’ingresso in via Boccacanale di Santo Stefano di fronte al mercato coperto, ma che si prolunga in contrada del Borgoricco proprio a fianco del parcheggio multipiano, è stato ultimato con i più moderni accorgimenti di comfort. Il cantiere ha iniziato nel 2017 e la caratteristica di questo palazzo sta nella costruzione che viene realizzata rispettando i parametri per ottenere la certificazione casa-clima, rilasciata da una speciale ente certificatore di Bolzano. È il primo intervento di ristrutturazione effettuato in città con queste caratteristiche tecniche. All’inaugurazione del 4 giugno sarà presente anche il sindaco Alan Fabbri.

PALAZZO ENEL

Ultimata la ristrutturazione dello storico palazzo del Cinquecento, l’Ivi è proprietaria anche di un terzo immobile confinante (5mila metri quadrati), con vista su piazza Saint Etienne, la cui riconversione è in procinto di partire dopo l’accordo raggiunto in questi giorni, c’è quindi un ideale passaggio di consegne tra l’inaugurazione di Palazzo Santo Stefano e l’inizio dei cantieri per l’ultimo segmento. Ancora da stabilire l’utilizzo: in un primo momento si parlava di ricavarne un albergo, ma i riflessi della pandemia, soprattutto sul settore turistico, hanno al momento messo in stand by il progetto in attesa di tempi migliori e comunque prende più corpo l’idea di ricavare un nuovo centro residenziale. Al piano terra spazio a negozi e attività commerciali, dall’altro lato della strada del mercato coperto visto che c’è una superficie di 600 metri quadrati. Nei seminterrati verranno costruiti anche dei garage per auto. L’intervento di riqualificazione della facciata e della ristrutturazione interna è di 2,5 milioni di euro. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA