Ferrara, torna la voglia di viaggiare: «Un risveglio dei turisti»

Prime prenotazione alle agenzie ferraresi: il più gettonato resta il Mediterraneo. Restano i problemi legati al “passaporto vaccinale” e alle limitazioni

FERRARA. Dopo un lungo periodo di inattività durato un anno, le Agenzie di viaggio tirano un sospiro di sollievo e provano a sperare di ritornare a lavorare. «Dopo una situazione che ci ha portato da marzo 2020 ad oggi con i battenti chiusi e che non posso che definire tragica – dichiara Lucio Piazzi titolare della Geotour – oggi proviamo a vedere la luce in fondo al tunnel. Le prenotazioni sono per il momento poche e di gente desiderosa di partire ma che è anche molto confusa. Mi ha appena telefonato un signore che vorrebbe tornare in Sardegna dove risiede e mi chiedeva come doveva fare. C’è infatti molta incertezza perché i colori delle Regioni possono cambiare di settimana in settimana e così le regole. Ad esempio se si vuole andare in Sicilia e si deve prendere l’aereo ed il traghetto al momento della partenza ci potrebbero essere delle novità che cambiano tutto il percorso».

Piazzi accenna anche alla «green card» il “passaporto italiano” per poter muoversi da Regione a Regione in attesa del “Passaporto vaccinale” previsto da giugno per i paesi Europei anche se per il momento è ancora teoria. «L’anno scorso – conclude Piazzi – in questo periodo si era ottimisti perché si sperava che l’estate potesse sconfiggere definitivamente il Convid poi c’è stata la ricaduta ed ora la gente è titubante quindi sono poche le prenotazioni, tutte per agosto e soprattutto per l’Italia».


Decisamente più ottimista è Massimo Diolaiti della CTV di via Borgo dei Leoni. «L’Italia si sta muovendo – asserisce – e punta soprattutto su Grecia e Spagna dove si può andare dal 15 con una miniquarantena di 5 giorni, naturalmente con tamponi negativi e certificati di vaccinazione effettuata. In prevalenza si punta alle isole italiane, alla Puglia e molto all’Isola d’Elba che offre tante iniziative in occasione del bicentenario della morte di Napoleone che lì soggiornò. Sono quindi fiducioso perché conto sulla campagna vaccinale nel mondo che sarà quella che ci farà ripartire».

Una fucina di idee e di proposte, segno di un forte ottimismo – ci viene da Robintour Group con sede nella Galleria del Centro Commerciale Il Castello gestita da Maria Teresa Volta. «Noi abbiamo già diverse prenotazioni principalmente per l’Italia – riferisce – ma occasioni per diversificare i viaggi ne abbiamo promosse tantissime. A parte il corridoio Canarie sempre aperto, con voli speciali, e sconti di 150 o di 100 euro per il periodo dal 26 aprile al 29 maggio abbiamo pronti da giugno viaggi di gruppo diversi e per tutti i gusti; un treno speciale porterà le comitive alla scoperta dell’Abruzzo; ancora per gli appassionati della natura ci sono i viaggi nei più bei giardini insieme ad un botanico oppure con un archeologo o con un esperto d’arte nei siti storici più interessanti». —

Margherita Goberti

© RIPRODUZIONE RISERVATA