Vandalizzarono la chiesa di Migliarino, nei guai otto minorenni

La chiesa di Migliarino vandalizzata nel dicembre scorso

Arredi, panche e crocifissi erano stati danneggiati gravemente da un raid pomeridiano. I carabinieri hanno individuato i responsabili in ragazzi tra 15 e 17 anni residenti tra Fiscaglia e Ostellato

FISCAGLIA. Ancora minorenni autori di gravi danneggiamenti, questa volta alla chiesa di Migliarino: si tratta di otto minorenni. Questa mattina, 20 maggio, i carabinieri della stazione di Migliarino e della Compagnia di Portomaggiore hanno effettuato diverse perquisizioni domiciliari nelle abitazioni di alcuni ragazzi della zona ritenuti responsabili del danneggiamento aggravato alla chiesa di San Bartolomeo e San Vitale di Migliarino, nel dicembre scorso. In quella circostanza furono distrutti e danneggiati irreparabilmente gli arredi ed alcuni oggetti di culto presenti all’interno, con grave danno e sconcerto delle autorità ecclesiastiche e della cittadinanza.

Le indagini, coordinate dalla Procura del Tribunale dei Minorenni di Bologna e svolte dai militari di Migliarino, hanno portato a "chiari elementi di responsabilità", affermano gli stessi carabinieri, a carico di otto ragazzi, tutti minorenni tra i 15 e 17 anni, residenti tra Fiscaglia ed Ostellato. Sono accusati di aver agito nel pomeriggio del 3 dicembre, all’interno della chiesa, danneggiando suppellettili, distruggendo, disperdendo e rendendo inservibili cose destinate alle adunanze e alle liturgie (varie panche, statue, crocefisso, quadri). Durante le perquisizioni i militari hanno rinvenuto e sequestrato degli oggetti considerati elementi di prova a carico del gruppo di minorenni. Ora gli otto denunciati dovranno rispondere di danneggiamento e offesa a confessione religiosa davanti all’autorità giudiziaria minorile.