Contenuto riservato agli abbonati

Argenta, variante alla statale 16. Nel 2022 l’appalto da oltre 100 milioni

Investimento della Regione: opera strategica per il territorio. È in corso la procedura di Via per lo svincolo di San Biagio

ARGENTA. Procede l’iter per la realizzazione della variante di Argenta: l’appalto dei lavori è previsto nel 2022, per l’opera dal costo complessivo di 106, 76 milioni di euro.

Si tratta, secondo la Regione, di un’infrastruttura strategica per il territorio: oltre a collegare Ravenna e Ferrara con indubbi vantaggi per il turismo e l’attrattività delle due città d’arte, porterà anche un sostanziale alleggerimento nel traffico di attraversamento della regione. Non solo: dal punto di vista locale, la nuova arteria avrà il duplice vantaggio di aumentare sicurezza e qualità ambientale, sgravando il centro del paese dal passaggio di oltre 10mila veicoli al giorno, 14mila nel periodo estivo.


Ad oggi l’opera, per cui la Regione ha chiesto l’inserimento nel prossimo Contratto di programma di Anas, è in attesa del semaforo verde da parte del ministero dell’Ambiente alla Via – valutazione di impatto ambientale – per la realizzazione ex novo dello svincolo di San Biagio.

«La variante di Argenta è una delle opere strategiche per la Regione Emilia-Romagna che ha già investito oltre 400mila euro per il progetto definitivo – commenta l’assessore regionale a Infrastrutture e Turismo, Andrea Corsini –. L’infrastruttura si inserisce, infatti, in un quadro più ampio di interventi sulla Statale 16 con l’obiettivo di collegare Argenta, Conselice, Alfonsine e Ravenna». La progettazione esecutiva dell’intervento in questione verrà attivata tramite l’aggiudicatario dell’accordo quadro progettazione, già individuato da Anas.

Già a luglio 2016 la Regione ha sottoscritto una convenzione con Anas e Comune di Argenta per finanziare il progetto definitivo della variante, con un contributo di 440 mila euro. La Regione ha poi ottenuto l’inserimento per la progettazione nel Contratto di programma Anas 2016-2020 e ha già chiesto l’inserimento nel prossimo Contratto di programma per il finanziamento dell’opera.

Nel corso del mese di ’ottobre 2019 Anas ha presentato al ministero dell’Ambiente la richiesta di valutazione preliminare per le modifiche e le ottimizzazioni progettuali che si è conclusa con il rinvio alla Via per la realizzazione ex novo dello svincolo a livelli sfalsati a San Biagio (procedura avviata lo scorso luglio e tuttora in corso). —

© RIPRODUZIONE RISERVATA