Jolanda e Masi Torello sono Covid free

Azzerati i contagi nei due Comuni ferraresi ma il virus è ovunque ai minimi termini: zero decessi, nessun ricovero, solo due positivi

FERRARA. Il coronavirus continua ad arretrare nella nostra provincia e alcune zone della mappa cominciano a colorarsi di bianco. Da qualche giorno infatti il Comune di Jolanda di Savoia è Covid free: a lungo senza nuovi contagi, il territorio comunale jolandino si è liberato della presenza del virus con le ultime guarigioni, attestate pochi giorni fa. Stesso traguardo per il Comune di Masi Torello, che proprio ieri ha ricevuto dall’Asl la comunicazione dell’entrata nell’area “free” del suo territorio municipale, dove non ci sono più casi attivi.

Ulteriori segnali di un netto miglioramento della curva pandemica nel Ferrarese, dunque dove le vaccinazioni hanno ormai sfiorato le 230 mila somministrazioni.


E i numeri dei bollettini sanitari quotidiani continuano infatti a descrivere una forte ritirata dal virus: nessuna vittima, soltanto due positivi (di Argenta e Comacchio) su un totale di 71 tamponi e un unico ricovero all’ospedale di Cona (un paziente di Comacchio), che al momento conta solo 20 degenti Covid, di cui quattro in Terapia intensiva. E negli altri due ospedali Covid del Ferrarese ci sono in tutto 31 ricoverati: 16 al Delta, (dove è stata chiusa la Terapia intensiva) e 15 a Cento.

Con altre 19 guarigioni inoltre si assottiglia ulteriormente il numero degli attualmente positivi, che scendono a 357. Altre 62 persone inoltre hanno completato il periodo di isolamento o sorveglianza, e sono state attivate altre 27 quarantene.

Il piano vaccinale

Tra la fine di maggio e i primi di giugno inoltre, contando anche sul prossimo arrivo di dosi previsto per mercoledì, la campagna vaccinale ha conosciuto un’ulteriore accelerazione. In particolare a partire dal 26 maggio le persone della fascia 50-54 anni che si erano iscritti sul portale regionale e che non avevano ancora ricevuto la data per l’appuntamento dal proprio medico di famiglia, hanno ricevuto l’sms da parte dell’Asl con l’indicazione delle modalità per prenotare a partire dal giorno successivo; per le persone della stessa fascia di età che non si erano registrate le agende per le prenotazioni (attraverso i soliti canali: Cup, farmacie) dal 28 maggio.

Da domani invece gli appartenenti alla fascia 40-49 anni che si erano registrati sul portale della Regione Emilia Romagna riceveranno l’sms dall’Asl con le istruzioni per prenotarsi e da giovedì scatterà invece la possibilità di prendere un appuntamento per tutti gli altri 40-49enni, sempre attraverso Cup, farmacie, Fascicolo sanitario elettronico, Cupweb, l’app Er salute oppure telefonando al numero verde dell’Asl 800 532 000 dal lunedì al venerdì dalle ore 8 lle 17 e sabato dalle 8 alle 13.

In Emilia Romagna

In tutta la regione sono stati riscontrati 188 casi di positività (solo in aprile numeri simili, o anche maggiori, si contavano nella sola provincia di Ferrara) su un totale di 8.506 tamponi, con una percentuale del 2,2 per cento. Si contano purtroppo tre vittime.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 100 (+1 rispetto a ieri), 530 quelli negli altri reparti Covid (+9). La situazione dei contagi nelle altre province vede Modena con 38 nuovi casi, Parma (32), Bologna (24), Rimini (22), Forlì (20), Cesena (15), Ravenna(14), Reggio Emilia (11) il Circondario Imolese (7), Piacenza (3). —

© RIPRODUZIONE RISERVATA