Un nuovo decesso e un nuovo positivo, Cento "libera" un reparto per i pazienti non Covid

Vaccinazioni all'ospedale di Cento: un reparto torna Covid free

La vittima è un 90enne di Bondeno. Il Sant'Anna partecipa ad una sperimentazione internazionale sull'efficacia dei farmaci antitrombotici

FERRARA. Un nuovo decesso e un positivo, nessun ricovero. Il bollettino coronavirus di oggi, 1 giugno, conferma il progressivo azzeramento della pandemia, con i dolorosi colpi di coda sul fronte delle vittime: quella segnalata oggi è un 90enne di Bondeno, deceduto all'ospedale di Cento. L'unico nuovo positivo, tra l'altro, proviene da fuori provincia, su 137 tamponi refertati complessivamente. Sono 9 i guariti, con 68 pazienti usciti dall'isolamento a fronte di 31 nuovi ingressi.

L'assenza di nuovi ricoveri spinge le autorità sanitarie a liberare sempre più reparti per l'attività ordinaria. Da giovedì 3 sarà la volnta della Lungodegenza post acuzie dell'ospedale di Cento, che tornerà appunto ad accogliere pazienti Covid free, con 14 posti letto a disposizione. A Cento resterà comunque un reparto Covid con 9 posti letto. La diminuzione totale di posti letto, da 28 a 23, è necessaria per garantire una netta separazione degli ambienti e dei percorsi Covid-non Covid, in totale sicurezza.

L'ospedale di Cona, reparti Pneumologia e Cardiologia, è stato intanto selezionato per partecipare alla sperimentazione clinica multicentrica internazionale sulle strategie antitrombotiche, promossa dalla New York University School of Medicine e dal National Institutes of Health. Lo studio, fa sapere il Sant'Anna, ha lo scopo di valutare in pazienti gravi ospedalizzati per insufficienza respiratoria causata dal Covid, l'efficacia delle cure con farmaci antitrombotici. La sperimentazione, approvata in Italia dall'Aifa e dall'Istituto nazionale malaffie infettive Spallanzani, è attiva in 400 centri clinici internazionali. Per l'Italia il promotore dei 15 centri interessati è il Consorzio Futuro in Ricerca di Ferrara.