Contenuto riservato agli abbonati

Comacchio, case nell’ex cinema: ridotte le volumetrie

Ok in consiglio alla variante del progetto edilizio a Estensi. Dimezzata l’altezza della torre destinata ad alloggi di qualità 

Lido Estensi, le ruspe cancellano la storia: demolito il cinema Ducale

COMACCHIO. Approvata dalla maggioranza consiliare la variante al progetto di riqualificazione dell’ex cinema Ducale di Lido Estensi, con riduzione delle volumetrie e stralcio del parcheggio interrato da 38 posti. La delibera, come ha spiegato la vicesindaca Maura Tomasi rispondendo alle perplessità di Sandra Carli Ballola (La Città futura-M5s), «non autorizza il compimento di un’opera, in quanto essa è già stata approvata prima del nostro insediamento, ma prevede una riduzione delle volumetrie, con migliorie, rispetto alla scelta di garage interrati, che avrebbero creato problemi agli edifici vicini, senza calcolare le problematiche in caso di allagamenti per eventi atmosferici eccezionali. C’è a Estensi – ha aggiunto Tomasi – la concomitanza dell’annoso problema delle fognature».

Al posto dell’ex cinema Ducale, già demolito, sorgerà una torre da 30 metri, anziché di 60 metri progettati in origine con 8 piani, destinati ad alloggi di qualità (anziché 16 piani). I diritti edificatori acquisiti dalla proprietà privata confluiranno nel registro istituito tre anni fa. «Questo è un progetto in deroga al Piano regolatore generale? – ha chiesto la consigliera Carli Ballola – Il piano non prevederebbe la costruzione di grattacieli al mare». A fare chiarezza è intervenuto il dirigente del settore Lavori pubblici, Fabrizio Di Blasio, il quale, ponendo l’accento sul recupero di un edificio dismesso, ha evidenziato che «il progetto è in deroga agli strumenti urbanistici esistenti, proprio in funzione di un investimento che punta alla rigenerazione di un’area degradata». Scartata l’ipotesi, lanciata dal consigliere Alberto Righetti (Per Fare), di integrare l’avvio dei lavori con il cantiere di viale Carducci, in quanto, «la legislazione in materia non lo consente», come ha spiegato l’assessore Emanuele Mari.

Di Blasio ha rilevato che «la gara per la riqualificazione del viale è già in corso e siamo in procinto di partire. Sono due stralci distinti di opere con sospensione prevista in estate, per non interferire con la stagione balneare». Approvata anche una variazione di bilancio, che vede diverse voci di spesa: 100mila euro per la manutenzione del municipio, 40mila euro per lavori nella casa protette, 60mila euro (da oneri di urbanizzazione) per manutenzione straordinaria ad edifici comunali, 261mila euro per manutenzione straordinaria di strade e marciapiedi (da incassi delle multe), che si sommano ai 361mila euro già contemplati nel bilancio di previsione approvato due mesi fa. —

Katia Romagnoli

© RIPRODUZIONE RISERVATA