Rubavano tra gli scaffali di Bricoman, denunciata coppia

Nei guai due cittadini cinesi che avevano prelevato attrezzi senza pagarli alla cassa e li avevano occultati nella loro auto

FERRARA. Tentativo di furto fallito da Bricoman. Giovedì scorso personale delle Volanti ha raggiunto lo store di Ferrara in seguito a una segnalazione da parte del personale addetto alla vigilanza. Una coppia di cittadini asiatici era stata notata mentre girovagava all’interno dei reparti: l'uomo consegnava le chiavi di un'auto alla donna che si allontanava verso il parcheggio antistante per poi far rientro, dopo pochi minuti, all’interno del negozio. Quando i due si sono presentati più tardi alla cassa e la oltre passavano senza che si  attivassero le barriere antitaccheggio sono stati fermati dal responsabile dell’esercizio commerciale e dalla guardia giurata per una verifica dello scontrino. A quel punto la donna, vistasi scoperta, ha deciso di mostrare il contenuto della borsa e all’arrivo degli agenti l’uomo ha consegnato anche un miscelatore, riposto precedentemente dalla donna nell’auto.

Nell'auto è stata poi rinvenuta ulteriore merce non pagata. Il materiale  recuperato è stato riconsegnato  al responsabile dell'esercizip. I due, cittadini cinesi rispettivamente di anni 46 e 43, regolarmente soggiornanti in Italia, sono stati denunciati per il reato di tentato furto e nei loro confronti, essendo residenti in un'altra provincia, è stato emesso il provvedimento del Foglio di via obbligatorio.

 

Con il Foglio di via obbligatorio il questore intima al destinatario di allontanarsi dal luogo dove ha commesso un reato e di fare rientro nel luogo di residenza o dimora, inibendo di ritornare, senza preventiva autorizzazione ovvero per un periodo non superiore a tre anni, nel comune dal quale è stato allontanato.