Via libera al settore del turismo Domani tocca agli operatori

Agende aperte in tutta la regione per garantire un’estate sicura Dal 7 giugno si parte anche con gli under 39, cominciano gli adolescenti dai 12 ai 19 anni

Da lunedì i lavoratori e gli operatori del comparto turistico regionale potranno registrarsi sul sito della Regione candidaturacovid.lepida.it per aderire alla campagna di vaccinazione loro dedicata. Saranno quindi contattati direttamente dalle Ausl e vaccinati negli hub e punti vaccinali delle aziende sanitarie.

Il tutto grazie alla convenzione, approvata dalla giunta regione, tra Emilia-Romagna e le associazioni di categoria maggiormente rappresentative del turismo. L’obiettivo è realizzare mille vaccinazioni al giorno per raggiungere il più velocemente possibile gli addetti delle strutture ricettive: il personale degli alberghi, compreso il personale del servizio di pulizia e gli animatori, delle strutture all’aria aperta (camping, villaggi turistici, ecc), degli stabilimenti balneari - operatori del servizio di salvamento inclusi - degli impianti termali e dei parchi tematici.


Gli operatori che daranno la loro adesione attraverso il sito della Regione saranno contattati direttamente dalle Aziende sanitarie scelte e saranno poi vaccinati negli hub e nelle strutture delle Asl sdel territorio. In fase di registrazione della candidatura sul sito regionale occorrerà scaricare e poi compilare l’apposita autocertificazione relativa alla mansione svolta, documento che dovrà essere consegnato al momento della vaccinazione.

A partire da lunedì si aprono anche, in tutta l’Emilia-Romagna, le prenotazioni per fissare data, ora e luogo della vaccinazione anti Covid per i cittadini con meno di 40 anni: si procederà in maniera scaglionata, con finestre distanziate di due o tre giorni per ogni fascia di età.

Ovviamente la possibilità di prenotarsi resterà sempre aperta a partire dalla data di sblocco delle finestre per consentire a tutti coloro che lo vorranno di ricevere il vaccino.

A cominciare sono i ragazzi tra i 12 e i 19 anni (i nati dal 2009 al 2002), lunedì 7 e martedì 8 giugno: una scelta che ha l’obiettivo ben preciso di garantire con ampio margine temporale, chiaramente nel rispetto delle indicazioni nazionali sull’età minima di accesso al vaccino, l’immunizzazione di chi a settembre dovrà tornare tra i banchi di scuola.

Dopo i più giovani, si prosegue in ordine anagrafico: mercoledì 9 e giovedì 10 giugno si aprono le agende per i 35-39enni (le classi dal 1982 al 1986), venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 giugno è l’ora dei 30-34enni (i nati dal 1987 al 1991), lunedì 14 e martedì 15 giugno tocca ai 25-29enni (anno di nascita tra il 1992 e il 1996) e mercoledì 16, giovedì 17 e venerdì 18 giugno si chiude con i 20-24enni (nati dal 1997 al 2001). I canali di prenotazioni sono i consueti (Cup, farmacie, Cupweb, Fse, app Er salute. Per i minorenni saranno gli adulti a dover fare la prenotazione, indicando dati e codice fiscale sia dell’adulto che del minore.—

© RIPRODUZIONE RISERVATA