Contenuto riservato agli abbonati

La Regione: da lunedì siamo in zona bianca. Un positivo all'Asl, partito il tracciamento

Si tratta di un addetto non ospedaliero. Record di guariti a Ostellato, crollano i casi attivi nel Ferrarese

FERRARA. Ferrara e l’Emilia Romagna diventano zona bianca a partire da lunedì. L’annuncio, atteso da settimane in quanto gli indici di contagio erano da tempo molto al di sotto della soglia, è stato anticipato ieri pomeriggio dall’assessore regionale Raffaele Donini, in attesa dell’ufficialità da parte del ministero. «Non abbiamo finito di contrastare la pandemia da Covid, dobbiamo rendercene conto - ha detto Donini ai margini di una conferenza stampa - I dati sono in netto miglioramento, avremo la zona bianca sicuramente da lunedì»; le libertà «ce le siamo guadagnate a suon di sacrifici, anche di tanti operatori sanitari che continuamente ringraziamo», ha ribadito l’assessore. Le novità più rilevanti della zona bianca sono l’abolizione del coprifuoco e la possibilità di utilizzare anche l’interno dei locali, con limitazioni, mentre restano in vigore obblighi su mascherine, distanziamento e inviti a casa.

Un caso all’Asl


Il bollettino di ieri (10 giugno) riporta un solo caso positivo, a Codigoro, a fronte di 85 tamponi refertati. In realtà viene segnalato un altro caso di positività, che risale ai giorni scorsi, all’interno del personale Asl, che da molti giorni era Covid free. Si tratta, quanto si apprende, di un addetto di una struttura territoriale, non quindi di un ospedale, del Centese, vaccinato, che si è scoperto positivo allo screening periodico al quale viene tuttora sottoposto il personale sanitario. L’addetto in questione è stato isolato e nei confronti dei suoi contatti stretti si è svolto il tracciamento completo.

I guariti nel Ferrarese sono stati 28, dei quali 15 nella sola Ostellato: sta rientrando il focolaio di positivi tra gli anziani (tutti vaccinati, nessun caso grave) alla Quisisana, ma ancora il comune non è Covid free. Il bacino degli attualmente positivi nel Ferrarese si è comunque ulteriormente prosciugato. Sono rimasti 2 i ricoverati in Terapia intensiva a Cona, la percentuale di occupazione dei posti letto Covid è attestata sul 36,67%. Sono 13 i nuovi ingressi in isolamento domiciliare a fronte di 20 persone uscite dalla quarantena.

Con le vaccinazioni di ieri (10 giugno), 4.221 dei quali 2.897 prime dosi, siamo arrivati a quota 266.628 iniezioni.

in regione

In Emilia Romagna ci sono 145 nuovi casi, con una qualche consistenza (26 persone) a Bologna e Parma: da notare che Ferrara è di gran lunga la meno colpita, considerato che la penultima è Forlì con 9 casi. Ci sono 4 nuove decessi, tutte donne, due delle quali in provincia di Bologna. Crollano i ricoverati Covid e in Terapia intensiva. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA