Il mercato “raddoppia” In via XI Settembre vendita frutta e verdura

MASI TORELLO. Nuovo posteggio di frutta e verdura il venerdì. A Masi Torello si sta assistendo a un impoverimento dell’offerta commerciale dovuto al continuo calo delle attività commerciali esistenti, solo in parte bilanciato da nuove aperture, che obbliga i residenti a rivolgersi presso altre realtà per i propri acquisti. Creando così di fatto un impoverimento della zona; in particolare, non esistono attività specializzate nella vendita di frutta e verdura, fatta eccezione per il mercato settimanale che si svolge il martedì, ma l’offerta di frutta e verdura nell’unica giornata di mercato non risulta sufficiente per le esigenze dalla cittadinanza e obbliga i residenti a rivolgersi presso altre realtà per i propri acquisti. Creando una migrazione degli acquisti. La maggior parte della popolazione residente trarrebbe notevole vantaggio dalla maggiore presenza di offerta commerciale, anche in considerazione dell’età media elevata dei residenti che spesso si trovano impossibilitati a muoversi con mezzi propri.

Viste le richieste pervenute da alcuni operatori commerciali per l’istituzione di posteggi isolati per il commercio su aree pubbliche a Masi Torello e ritenuto pertanto che l’istituzione di un posteggio isolato per il commercio su aree pubbliche di prodotti ortofrutticoli a Masi Torello possa costituire un impatto economico positivo per tutta la cittadinanza e per il tessuto economico in generale, il Comune masese, considerato che la giornata migliore per lo svolgimento di questa forma commercio su aree pubbliche potrebbe essere il venerdì, non entrando in conflittualità con il mercato settimanale di Masi Torello del martedì, ha provveduto a istituire in via temporanea e sperimentale, in via XI Settembre a Masi Torello, nella giornata del venerdì dalle 7 alle 14, a fianco del posteggio isolato già istituito per la vendita di pesce fresco e cotto, un posteggio isolato a merceologia esclusiva frutta e verdura, riservato agli operatori per il commercio su aree pubbliche. —


Beatrice Bonsi

© RIPRODUZIONE RISERVATA