Ebiter interviene con contributi per lavoratori e ditte del terziario

Accordo territoriale raggiunto dall’ente bilaterale Giammella: parti sociali concordi nell’erogare il sostegno 

Un intervento straordinario a favore di lavoratori ed imprese nell’anno 2021: l’Ente Bilaterale del Terziario di Ferrara, Ebiter Fe, ente formato da Confcommercio e dai Sindacati – Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil – ha deciso di intervenire con un contributo una tantum (fino a 130 euro) che sosterrà i lavoratori sottoposti ad ammortizzatori sociali (Cassa Integrazione, Fondo Integrativo Solidarietà) e che, dunque, abbiano avuto sospensioni o riduzioni nell’orario di lavoro; sia le stesse aziende che hanno dovuto fare i conti con i costi dell’emergenza sanitaria (in questo caso il contributo sarò fino ad un massimo di 200 euro).

accordo territoriale


Un accordo territoriale in linea con quanto definito a livello nazionale che comprende prestazioni di sostegno e interventi per misure di rafforzamento della prevenzione e la sicurezza nei luoghi di lavoro in attuazione dei Protocolli in materia di Covid 19 negli ambienti di lavoro, quali l’aggiornamento del Documento di Valutazione dei Rischi e rimborsi per le spese sostenute per sanificazioni dei locali e acquisto di dispositivi di protezione (mascherine, gel sanificanti) . Il presidente dell’Ente Bilaterale del Terziario, Aldo Giammella (Uiltucs Emilia Romgna) spiega: «Anche per l’anno 2021, dopo l’ottimo risultato dell’anno scorso, le parti sociali hanno ritenuto importante replicare la proposta di un intervento straordinario a favore dei lavoratori e delle imprese che hanno fortemente subìto le conseguenze negative della pandemia. Tale intervento si iscrive all’interno delle iniziative promosse del vasto mondo della bilateralità del comparto del commercio, del turismo e dei servizi, dove le risorse accantonate in anni fertili stanno ora ritornando ai lavoratori e ai datori in forma di ristoro economico in combinato con le prestazioni statali».

Il vicepresidente Ebiter Fe, Massimo Biolcatti (Ascom Confcommercio) aggiunge: «Un contributo che era importante per le aziende che hanno visto lievitare gli investimenti per l’indispensabile sicurezza e che hanno avuto un gesto di prima attenzione da porte dell’Ente».

«Si tratta di misure utili – conclude Davide Urban, direttore generale di Ascom – per alleviare i costi economici e sociali di una situazione emergenziale che ha profondamente impattato, da oltre un anno, sulle imprese del Terziario che stanno imboccando la strada della ripresa».

Per usufruire di tali fondi ovviamente le aziende devono essere associate ad E. Bi. Ter Ferrara e rivolgersi all’organismo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA