Quadri falsi autenticati, accuse a Sgarbi

La procura di Roma  ha chiesto il rinvio a giudizio del presidente di Ferrara Arte. La decisione del giudice è attesa per oggi

ROMA. Guai giudiziari all’orizzonte per Vittorio Sgarbi. Il presidente di Ferrara Arte, candidato assessore alla Cultura del centrodestra a Roma, rischia il processo per aver certificato come autentici alcuni lavori riconducibili all’artista Gino De Dominicis, ritenuti falsi dal nucleo di Tutela del patrimonio artistico dei carabinieri. Accuse per le quali la Procura di Roma ne ha chiesto il rinvio a giudizio e oggi su questo deciderà il gip romano.

La vicenda va avanti da anni, e si è incrociata con la querela per diffamazione nei confronti del critico Italo Tomassoni, per la quale Sgarbi è già stato condannato in Cassazione. Tutto risale all’indagine che nel novembre 2018 portò all’arresto di due persone, ai domiciliari. Nel procedimento erano finite sul registro degli indagati venti persone tra cui anche il noto critico d’arte a cui i magistrati contestano, nel suo ruolo di presidente della Fondazione Archivio Gino De Dominicis di Roma, la violazione dell’articolo 178 lettera C del codice dei beni culturali, che punisce chi «conoscendone la falsità, autentica opere od oggetti, contraffatti, alterati o riprodotti».


Nel novembre 2019 furono sequestrate oltre 250 opere considerate contraffatte per un valore di oltre 30 milioni e venne individuato il locale adibito a laboratorio dove sono state trovate opere con tutto il materiale idoneo alla produzione di falsi. Secondo l’accusa, sul mercato lecito sarebbero state immesse numerose opere d’arte contraffatte, corredandole di fraudolente certificazioni di autenticità, attribuite a De Dominicis e ad altri maestri d’arte contemporanea. Nel novembre 2018 i carabinieri diedero esecuzione a diversi provvedimenti cautelari, di cui arresti domiciliari, uno dei quali riguardante la vice presidente della Fondazione. Per due galleristi scattò l’interdizione all’esercizio della professione. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA