Contenuto riservato agli abbonati

Pomposa. Ustionato dai vapori in azienda: paura a Conserve Italia

Grave infortunio sul lavoro a inizio turno per uno stagionale di 57 anni di Torbiera. L’operaio subito soccorso e trasportato con l’elicottero all’ospedale di Cesena

POMPOSA. Non è in pericolo di vita, ma è ricoverato nel Centro grandi ustionati dell’ospedale Bufalini di Cesena, l’operaio codigorese che ieri mattina (domenica 20 giugno) , poco dopo le 6, è rimasto coinvolto in un incidente sul lavoro nello stabilimento di Conserve Italia.

Era da poco cominciato il turno festivo del mattino, quando l’uomo, un 57enne residente a Torbiera, per cause sulle quali stanno compiendo accertamenti i funzionari dell’Ispettorato del Lavoro di Ferrara, ha riportato ustioni, di secondo grado alla viso, alle braccia e alle mani. L’operaio, un dipendente con contratto stagionale a tempo determinato, è stato prontamente soccorso da alcuni colleghi, che hanno chiamato il 118. Sul posto è giunta dapprima l’ambulanza di Bosco Mesola e, di lì a poco, su richiesta degli stessi soccorritori, è intervenuta anche l’eliambulanza di Ravenna.


La dinamica

I soccorritori, dopo aver accertato le condizioni complessive dell’infortunato, hanno riscontrato che le ustioni erano dipese dai vapori presenti nel reparto sterilizzatori, all’interno del quale l’operaio stava lavorando. Dopo esser stato medicato e stabilizzato, il 57enne è stato trasportato, a bordo dell’elisoccorso, proprio al Centro grandi ustionati del Bufalini di Cesena, centro qualificato a livello nazionale.

Lo stabilimento Conserve Italia è un’eccellenza europea nel settore delle conserve ortofrutticole, che da anni punta non solo sulla qualità dei prodotti, ma anche sulla sicurezza dei proprio dipendenti. Come tutti i lavoratori, attualmente impegnati nel processo di lavorazione dei piselli in scatola, anche il 57enne che si è infortunato era tenuto a indossare i dispositivi di protezione individuale obbligatori (occhiali, guanti e scarpe antinfortunistica).

Al momento dell’infortunio l’uomo si trovava esattamente nel reparto dove sono allocati gruppi di sterilizzatori, che effettuano le operazioni di sterilizzazione del prodotto finito, ossia in questo periodo dei piselli inscatolati, prima dell’etichettatura. Le ustione sono state determinate da scarichi di vapore bollente, con una pressione tra i 6 e i 7 bar. —

Katia Romagnoli

© RIPRODUZIONE RISERVATA