Contenuto riservato agli abbonati

Serravalle, barista morto all’improvviso: stava per compiere 40 anni

Paese in lutto e alla ricerca di un perché per l’inattesa scomparsa di Fabio Vigorelli. Aveva lavorato a Ferrara poi la gestione del Trambusto

SERRAVALLE. Avrebbe compiuto 40 anni a giorni, sabato 26 giugno, ma quel traguardo non l’ha raggiunto: il cuore di Fabio Vigorelli si è improvvisamente fermato.

La prematura scomparsa ha lasciato tutti sbigottiti a Serravalle, dove da giorni non si parla d’altro. Tutti vogliono sapere cosa sia successo nella notte tra sabato e domenica a Fabio, scomparso cosi giovane, senza un apparente motivo. Era molto conosciuto in paese e non solo, perché la sua giovialità, il suo carattere estroverso lo portavano a socializzare velocemente con tutti, «purché non mi rompiate le scatole, avete ragione tutti», scriveva sul suo profilo Facebook.


La sua presenza in paese era stata altalenante e il suo lavoro più congeniale, quello di barista, lo aveva portato in giro un po’ ovunque. Nel 2017 era al bar Lume in via Modena a Ferrara dove aveva fatto confezionare l’insegna, che aveva attirato l’attenzione di tutti, dalla compaesana ceramista Elisabeth. Poi, nella sua Serravalle, la gestione del bar Trambusto, così lo aveva chiamato per dare un senso al locale, portando allegria e gioventù in un bar notoriamente per anziani, e organizzando molte serate di intrattenimento con ballo. Il continuo ricercare altri traguardi lo aveva portato poi a cambiare ancora.

Numerose le testimonianze d’affetto su Facebook. «Dovevamo rivederci – scrive Andrea Trap –, sono senza fiato e senza parole, un pezzo della mia vita». Ed ancora: «Ciao Fabio, voglio ricordare l’ultima videochiamata che ci siamo fatti, con il tuo sorriso e le tue belle parole. Resterai per sempre nei nostri cuori. Rip». Valeria: «In cielo si aggiunge una stella luminosa. Ciao amico, che gli angeli accompagnino il tuo viaggio pieno di luce». «Ciao Fabio – dice Luca –, cosa ci hai combinato. Ci hai sconvolto la giornata». «Ieri ero frastornata – ricorda la cugina Silvia – Ma ora ho realizzato. Non ci posso credere». Fabio Vigorelli lascia la mamma Rosi, il papà Faustino, i fratelli Michela e Simon, la compagna Marina. Funerale oggi alle 16 nella chiesa di Serravalle. —

D.M.

© RIPRODUZIONE RISERVATA