Contenuto riservato agli abbonati

In bici da Ferrara al mare per ricordare l’amico Samu

Sabato sera si ritroverà un gruppo con conoscenti ed ex compagni di Schiavina. La madre dell’ex campione di ciclismo: «Correte in allegria, lui vorrebbe così»

MIRABELLO. Il 26 ottobre 2016 morì all’ospedale Maggiore di Bologna per le conseguenze di un incidente in motocicletta avuto un mese prima a Reno Centese. Se ne andava così Samuele Schiavina, 45enne di Mirabello conosciuto perché ciclista professionista per sei anni, velocista con otto vittorie di tappa cresciuto nella società ciclista Dossese, prima di passare alla Sancarlese e poi iniziare il suo percorso da professionista. Schiavina era stimato per la carriera ciclistica ma anche soprattutto come persona e il suo ricordo è ancora vivo fra gli amici.

Amici che nel frattempo sono invecchiati, magari ingrassati per colpa della pandemia, ma che non dimenticano Samuele e così sabato notte porteranno a compimento una piccola impresa nata come uno scherzo un paio di anni fa. Deus ex machina Roberto Colletti, ex assessore del Comune di Sant’Agostino, da sempre vicino alle società sportive di Dosso (il suo paese), e grande amico di Schiavina. «Due anni fa parlando con amici ed ex compagni di Samu ho scommesso che avremo corso insieme la Ferrara bike night. Per fortuna nel 2020 abbiamo dovuto rimandare per la pandemia - dice Colletti -, perché con il peso che avevo allora non so se ci sarei riuscito. Certo non siamo granché allenati ma sono convinto che ce la faremo ad arrivare al mare».


LA MAMMA RINGRAZIA

Schiavina il giorno della tragedia stava tornando dal lavoro (alla Unifer) nella casa di Mirabello, dove viveva ancora con la madre, Lidia Branchini, che è stata avvisata da Colletti dell’iniziativa, questo il suo ringraziamento: «Grazie immensamente Roberto, non ti devi scusare per niente perché so perfettamente che nessuno dei suoi amici lo ha ancora dimenticato, e ve ne sono infinitamente grata. Fra l’altro anch’io non scrivo e non telefono tanto, dico sempre lo farò, ma poi... Dì solo che vi porto tutti nel cuore. Fate la sbiciclata in allegria, perché così lui vorrebbe. Grazie!!!».

Fra gli amici (e le amiche) di Schiavina che correranno sabato notte ci sarà anche Michele Maccanti, altro noto ex ciclista ferrarese. Per la speciale occasione è stata preparata una maglia con la foto di Schiavina in divisa Carrera e la scritta “Con te”, maglia che sarà indossata dall’intero gruppo. Partenza fissata sabato a mezzanotte da piazza Savonarola a Ferrara, poi senza troppa fretta la lunga pedalata fino ai Lidi nel ricordo di un campione (e un amico) che da quasi cinque anni non è più fra noi. E manca, tanto. —

D.B.

© RIPRODUZIONE RISERVATA