Contenuto riservato agli abbonati

Lido Estensi, nonna muore davanti al nipotino: erano arrivati per la vacanza

L’ottantenne di Torino stava passeggiando sulla spiaggia quando si è accasciata. Inutili i soccorsi 

LIDO ESTENSI. Anziana torinese, in vacanza con il nipotino al Lido Estensi, è stata colta da malore improvviso, purtroppo fatale, mentre passeggiava sul bagnasciuga. A nulla purtroppo sono valsi i tentativi di rianimazione cardiopolmonare praticati, ieri mattina, in spiaggia, da due cardiologi, ospiti del Bagno Jolly, per rianimare Elena Iazzetti, turista di 80 anni, stroncata da arresto cardiaco.

I FATTI


Erano da poco passate le 11, quando alcuni bagnanti, intenti a passeggiare in riva al mare, hanno richiamato l’attenzione del bagnino di salvataggio del Bagno Jolly, dopo aver notato una donna accasciarsi in acqua. Nel punto in cui si è verificato il tragico malore l’acqua raggiungeva le caviglie dell’anziana turista che, secondo quanto appreso, soffriva di disturbi cardiaci. Prontamente soccorsa dai due cardiologi in vacanza e dagli assistenti ai bagnanti dei bagni Jolly, Blue Moon e Vela, questi ultimi intervenuti in ausilio del collega, non ha purtroppo più dato segni di vita.

Le manovre di rianimazione polmonare sono proseguite per quasi un’ora, anche dopo l’arrivo dei soccorritori del 118. Oltre all’ambulanza del Lido Estensi è intervenuta anche l’eliambulanza di Ravenna, atterrata direttamente sulla spiaggia. Attorno al punto in cui i soccorritori tentavano di salvare la vita dell’anziana turista torinese si era formato un capannello di curiosi, tenuti a distanza da una pattuglia della polizia locale, giunta di supporto ai soccorritori. Anche i gestori del Bagno Jolly si sono prodigati, per agevolare i soccorsi, ma per la donna purtroppo non c’era più nulla da fare. Il nipotino di 13 anni, in vacanza con la nonna, è stato accolto dai vicini di ombrellone, mentre la polizia locale ha cercato d rintracciare i familiari.

I PARENTI

Nel pomeriggio, da Torino è giunta la figlia dell’anziana, madre del 13enne che, purtroppo, ha visto la nonna accasciarsi durante la passeggiata a riva, senza più riprendere conoscenza. Dopo oltre un’ora di ripetuti tentativi di rianimare l’anziana, il medico dell’elisoccorso ne ha dovuto constatare il decesso. In tarda mattinata è intervenuto il necroforo, per trasferire la salma dell’ottantenne alla camera mortuaria della Casa della Salute San Camillo di Comacchio. Sarà l’autorità giudiziaria a disporre eventualmente l’esecuzione dell’autopsia. —

Katia Romagnoli

© RIPRODUZIONE RISERVATA