Niente mascherina all’aperto, ma c’è chi la porta ancora

Aumenta purtroppo il numero dei decessi nel ferrarese dopo che per alcuni giorni era rimasto fermo.

Purtroppo all’ospedale Sant’Anna è morta domenica una donna di 87 anni di Ferrara che ra stata ricoverata il 18 giugno scorso con patologie pregresse.


Non si registrano nuovi casi di positività nel territorio provinciale di Ferrara come non si registrano guariti, per cui il numero degli attualmente positivi nel ferrarese resta invariato a quota 96.

Altro dato sul decoro dell’epidemia che resta invariato rispetto alla giornata di ieri arriva dalla terapia intensiva dove ci sono 2 persone ricoverate. Ancora sei i comuni covid free nel Ferrarese: Voghiera, Masi Torello, Jolanda di Savoia, Riva del Po e Lagosanto.

Rinforzi in fiera

I rinforzi chiamati in Fiera l’altro giorno per sopperire alle anomale attese, anche di un’ora, per chi si accingeva alla vaccinazione, causate dal “sommarsi di una serie circostanze” , spiegavano dal Centro, hanno alla fine ristabilito i tempi e’’liberato’’gli utenti all’orario prestabilito. Nella mattinata di ieri le code scorrevano, ad attendere la chiamata all’interno del padiglione 6 non erano tanti e all’uscita nessuno lamentava particolari ritardi: «è filato tutto liscio», il commento dei più. «Vaccinazione fatta, e siamo in perfetto orario – dicevano due signore – code non se ne sono viste, è tutto abbastanza veloce e ben organizzato. Qualche minuto lo si perde, specie se si è paurosi, se si è indecisi: lo è ancora qualcuno che ha avuto la prima dose e ora alla seconda è incerto sull’eterologa. Ma noi non avevano di questi timori». Qualcuno, confermando la celerità dell’operazione, ieri mattina raccontava di non aver avuto nemmeno il tempo di sedersi; «direi nei tempi – diceva un altro utente – avevo l’appuntamento alle 10:06…», e una sbirciatina all’orologio confermava: ore 10:30. I coordinatori del Centro vaccinale ribadivano anche ieri che «la questione è rientrata, le code si erano formate per l’alto numero di vaccinazioni, e qualche tempo in più per le anamnesi, ma la squadra dei vaccinatori è stata subito potenziata». E ieri in effetti si seguiva la tabella di marcia.

In regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 386.757 casi di positività, 64 in più rispetto a ieri, su un totale di 8.379 tamponi eseguiti. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dello 0,8%, un valore non indicativo dell’andamento generale visto il numero di tamponi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA