Ferrara, aggredita dal fidanzato che le punta il coltello alla gola

L'episodio in via Gatti Casazza. I carabinieri bloccano l’uomo e lo portano in carcere

FERRARA. La serata per lui è terminata in carcere, e no n poteva finire diversamente visto quello che ha combinato. Un uomo di 40 anni, di Ferrara, è stato arrestato dai carabinieri che l’hanno bloccato dopo che il 40enne aveva, sempre ieri sera, preso a schiaffi la fidanzata puntandole poi un coltello alla gola. I gravi fatti sono avvenuti in un parco pubblico in via Gatti Casazza.

LA SEGNALAZIONE


Avvertiti da una passante che ha notato distintamente la scena, i carabinieri sono arrivati sul posto in pochi minuti e nella notte hanno arrestato il fidanzato violento e senza fissa dimora. La pattuglia del radiomobile, sulla base della segnalazione ricevuta al 112, ha infatti rintracciato l’uomo che poco prima aveva seguito fino a casa la fidanzata, minacciandola nuovamente. L’uomo, disoccupato, si trova nel carcere dell’Arginone a disposizione dell’autorità giudiziaria. La donna che ha assistito ai fatti ha riferito ai carabinieri di aver notato 2 uomini nell’atto di aggredire una donna. Sul posto è così arrivata la pattuglia del nucleo radiomobile, che ha trovato solamente la richiedente la quale ha raccontato di aver visto l’uomo prima colpire la donna con uno schiaffo al volto e poi puntarle un coltello alla gola. La ragazza testimone dei fatti ha fornito una descrizione molto dettagliata dell’uomo, che presentava tatuaggi evidenti. Le persone tuttavia si erano già allontanate dal parco. Poco dopo è arrivata ai carabinieri una nuova segnalazione con richiesta di intervento, sempre nella stessa zona, in quanto un uomo aveva sfondato la porta di un appartamento e stava picchiando la donna che lo occupava.

L'ARRESTO

Giunti tempestivamente sul posto i militari hanno così bloccato quello che è stato identificato per il 40enne violento. L’uomo, dopo i fatti del parco, aveva seguito sino a casa la sua fidanzata, una 34enne ferrarese, e dopo averla minacciata nuovamente, le ha puntato un coltello alla gola. L’intervento della pattuglia ha interrotto la condotta violenta dell’uomo il quale, dopo il sequestro del coltello, è stato arrestato e condotto al carcere di via dell’Arginone, ove rimarrà a disposizione dell’autorità giudiziaria. Sono in corso ulteriori accertamenti da parte dei militari per verificare l’eventuale presenza in zona di una terza persona che potrebbe aver affiancato e aiutato l’aggressore. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA