Dirigenti comunali Organico deficitario e subentri in serie

Due responsabili del servizio  tecnico se ne sono andati e c’è un prestito da Masi Torello Il sindaco: «Cambi fisiologici, le cose si stanno sistemando»

Berra. Una pianta organica sofferente, soprattutto per quanto riguarda le Posizioni organizzative, che mette in dubbio il cammino dell’amministrazione comunale di Riva del Po. E non manca chi, in particolare dall’opposizione, sottolinea una cosa: «Sembra che chi arriva in questo comune voglia andarsene quanto prima».

comando da masi


«Due responsabili del servizio tecnico che se ne vanno nel giro di poco tempo – ha commentato Daniela Simoni (Gente di Riva del Po) – non può che far pensare male, ma spero di sbagliarmi».

E proprio a riguardo si apprende che il Comune di Masi Torello, dove è approdato l’ingegner Cardillo, ha concesso il comando dello stesso funzionario al Comune di Riva del Po per un giorno alla settimana (9 ore per un costo stimato di 1.497,54 euro) fino al 22 agosto 2021, il tempo necessario che si trovi la nuova figura per il quale è già uscito il bando.

il sindaco

Per il sindaco Andrea Zamboni si tratta di cambiamenti fisiologici. «Quando ci siamo insediati era già stata chiesta una mobilità – spiega il primo cittadino di Riva del Po –, mentre altre sono venute poco dopo. Penso che chiunque abbia il diritto di scelta, soprattutto se si tratta di un salto di qualità: vedi il dottor Ciarlini, ragioniere capo, approdato in Regione. Ora le cose si stanno sistemando».

LE ASSUNZIONI previste

Secondo le previsioni le assunzioni in seno al Comune sono di 2 dipendenti di categoria D (istruttore direttivo amministrativo contabile), 2 dipendenti Cat. C (istruttore amministrativo contabile) e 1 dipendente Cat. B (operaio) in sostituzione del personale che cesserà nel corso del 2021.

D.M.

© RIPRODUZIONE RISERVATA