Controlli in una casa famiglia per anziani, titolare denunciato dai carabinieri

Numerose le mancanze dal punto vista organizzativo-strutturale

 

Nell’ambito dei controlli delle strutture ricettive per anziani e disabili, finalizzate anche all’attuazione dei protocolli Covid19, i carabinieri della stazione di Copparo unitamente a personale dell’Ufficio Igiene dell’Ausl di Ferrara hanno effettuato  un accesso in una “casa famiglia” che si trova nel centro cittadino.

Il controllo, oltre a rilevare la presenza di ospiti in numero superiore rispetto alla capienza massima prevista dalle vigenti leggi regionali e regolamenti comunali, ha evidenziato numerose mancanze dal punto vista organizzativo-strutturale (mancanza di documentazione obbligatoria da custodire in struttura), ed igienico sanitario (servizi igienici insufficienti, derrate alimentari custodite in ambienti non idonei, medicinali scaduti non correttamente smaltiti), alcune delle quali sanzionate amministrativamente e altre da sanare, come da diffida emessa dal competente ufficio dell’Unione dei Comuni Terre e Fiumi di Copparo.

A conclusione delle operazioni i militari hanno denunciato in stato di libertà il titolare della struttura per “omessa comunicazione all’autorità di pubblica sicurezza delle generalità degli alloggiati ed elevate sanzioni amministrative per un totale di 4.500 euro.