Litiga con l’ex fidanzata e la ferisce alla testa

Il questore ammonisce lo stalker aggressivo e violento È il trentesimo provvedimento preventivo assunto nel 2021

Le aveva reso la vita impossibile ma ora, forse, la donna che ha avuto il coraggio di denunciare l’ex fidanzato, troverà un po’ di pace. La questura di Ferrara ha ammonito per stalking un ferrarese che tra chiamate, messaggi e appostamenti aveva reso impossibile la vita della sua ex. Uno dei tanti interventi che, grazie alla normativa legata al cosiddetto “codice rosso”, tutelano le vittime da forme di violenza che spesso si generano e maturano in ambito familiare: il loro scopo è allontanare gli atteggiamenti più aggressivi espressi dai persecutori.

La storia che è finita sul tavolo del questore, Cesare Capocasa, ricalca il copione di tante altre vicende che oggi possono essere affrontate con mezzi preventivi, evitando potenzialmente esiti più gravi o irreparabili.


Dopo un paio d’anni di relazione travagliata la donna che ha presentato la denuncia ha deciso di mettere la parola fine alla storia. Fin dai primi mesi della relazione i due si erano scontrati per motivi di gelosia: litigi e incomprensioni erano diventati sempre più frequenti e l’uomo aveva cominciato ad essere sempre più aggressivo.

Ogni volta che la donna diceva che era stanca della situazione lui le prometteva che sarebbe cambiato poi, vedendo che le cose non miglioravano, l’ex fidanzata ha deciso di dare un taglio alla relazione. A questo punto, però, l’uomo si è trasformato in uno stalker: non si è arreso di fronte alla decisione dell’ex fidanzata e ha continuato a tartassarla con messaggi, chiamate e appostamenti sotto casa. Sperando di poter ricucire ha trasformato la donna in una vittima di comportamenti persecutori e se stesso nel destinatario di un provvedimento di ammonimento.

A convincere definitivamente l’ex fidanzata che la questione non poteva più essere risolta tra i componenti della coppia è stato un episodio avvenuto dopo che la donna, esasperata, ha accettato di incontrare il compagno per chiarire la situazione una volta per tutte ma lui, in uno scatto d’ira, l’ha presa per i capelli e sbattuta contro il muro provocandole diverse lesioni. La vittima si è quindi rivolta alla polizia che, accertato tutto il racconto, ha provveduto ad ammonire per stalking l’individuo. Si tratta del trentesimo ammonimento per stalking dall’inizio del 2021. Il provvedimento ha una doppia valenza: da una parte consente un intervento tempestivo della pubblica autorità prima di un eventuale processo, dall’altra se il destinatario della misura rispetta alla lettera l’ordine del questore evita le possibili conseguenze penali. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA