«Destinati a morire»: alberi cementati sul viale principale a Lido Nazioni 

L’allarme di Libera Comacchio: un intervento assurdo  «Chiediamo al Comune di intervenire immediatamente»

LIDO NAZIONI. Due grossi pini marittimi letteralmente cementati alla base e altri due per il momento solo transennati. Succede a Lido delle Nazioni, più o meno all’altezza del Prestige e diversi cittadini hanno già inoltrato segnalazioni al Comune, ai vigili, e l’Ufficio urbanisitica. Tra questi, Vito Troiani di Libera Comacchio.

«La natura va rispettata e curata in ogni sua forma ma constatiamo purtroppo, ancora una volta, che non viene ascoltata ma violentata nella sua intima essenza», dice l’ex candidato a sindaco.


La protesta. «Sembra che la cura e il poco rispetto per la natura abbia colpito nuovamente anche Lido delle Nazioni - va avanti Troiani -, che già con il rifacimento del suo viale ha visto la deturpazione di diversi alberi. Ci sono perizie di tecnici che spiegano come questi alberi possono vivere senza recare danni se piantumati e curati nel modo corretto, spiegando come sia fondamentale non coprire le radici che naturalmente cercano acqua dolce e se non la trovano nel terreno, poi salgono in superficie».

Insomma, secondo Libera Comacchio esiste una vera e propria strategia nazionale del verde urbano definita dal ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del mare. «Con queste immagini però ci duole verificare la poca accortezza avuta nei confronti di questi alberi che probabilmente per praticità si è ritenuto corretto ricoprirlo con una bella colata di cemento ma difficilmente in questo modo sopravviverà - aggiunge -. Non vogliamo sostituirci e tantomeno paragonarci ad arboricoltori ma non si può accettare uno scempio del genere».

L’appello. «Ci chiediamo come possano essere realizzati questi lavori e dove sia l’autorità di controllo, l’agronomo comunale. Gli spazi verdi urbani dovrebbero essere promossi attraverso la pianificazione urbana e la governance in tutti i settori delle attività umane - la riflessione portata avanti -. L’impiego di alberi e di verde negli spazi urbani è una valida azione di mitigazione sia dell’isola di calore sia delle ondate di calore causate dal riscaldamento globale. Con la speranza che non si rimanga inermi di fronte a queste immagini chiediamo un intervento immediato da parte degli enti preposti». —

Annarita Bova

© RIPRODUZIONE RISERVATA