Non l’aiutarono a fuggire A processo solo per furti la “corte” di Igor il russo

A distanza di quattro anni dalla più vasta caccia all’uomo che la storia italiana ricordi, la caccia all’uomo nelle valli tra Molinella e Argenta di “Igor il russo”, Igor Vaclavic/Norbert Feher, in fuga dopo aver ucciso Valerio Verri e Davide Fabbri, arriva in un’aula del tribunale di Ferrara il processo alla “corte dei miracoli” di Igor: tutte le persone che vennero intercettate dall’aprile del 2017 per mesi, perché si sospettava fossero i complici e fiancheggiatori che lo aiutavano a nascondersi e poi fuggire. Il processo vede imputate 12 persone, a partire da Afrim Bejzaku, e altri della sua famiglia, che vivono a Berra (Bejzaku è in carcere da tempo per altri fatti), dove Igor e anche la sua banda (Ivan Pajdek e Patrick Ruszo) stavano di casa e dove c’era il quartier generale e il magazzino della refurtiva delle varie scorribande nel Ferrarese. Tutte queste persone furono controllate e intercettate dalla rete investigativa (al pari di quella operativa che lo cercava nelle campagne) ma alla fine, dopo la valutazione del materiale raccolto, la procura di Ferrara ha circoscritto una serie di reati solo a furti di gasolio o di altro: intercettandoli (anche con microfoni ambientali) si riuscì a sapere in diretta dove avvenivano i furti, cosa rubavano e tanto altro. Alla fine il processo è stato deciso solo per furto e ricettazione, niente favoreggiamento: nessuno dei 12 imputati è stato indicato come complice o fiancheggiatore nel nascondere Igor nel Ferrarese, o averlo aiutato a scappare. Sono 15 i furti contestati: di gasolio nei serbatoi di escavatori in golena del Po o in aziende agricole, materiale ferroso in aziende e rame all’Ex Enaoli di Codigoro, vecchie gomme da neve in un casolare, affettatrice alla Festa dell’Unità di Portomaggiore e colpi tra Berra, Portomaggiore, Ariano, Jolanda di Savoia, Codigoro, Ferrara, il Rodigino e il Modenese e a Ostellato, il più grosso, 15mila euro di gioielli. Il processo, ieri mattina, alla prima udienza filtro è stato rinviato al prossimo 16 novembre. –

© RIPRODUZIONE RISERVATA