Contenuto riservato agli abbonati

In duecento No vax e No green pass in centro città

La manifestazione diventa unica, tra  il movimento 3V e quelli del "No green pass". Alla fine un corteo viene autorizzato dalla Digos, e sfilano in via Mazzini nel vecchio Ghetto con cartelli con la Stella di David, incrociando il rabbino Caro che non raccoglie le provocazioni e scuote la testa.  Alla fine offese anche per Draghi

No vax e no green pass, in duecento in centro città

FERRARA- Si chiude con uno “struscio libertario”, tra le parole urlate di “libertà” e “No green pass”. Non un corteo, vietato, ma una passeggiata mediata dalla Digos coi partecipanti che al primo no dei dirigenti avevano scomodato, “dittatura”, “servi”. La passeggiata, mediata da Alessandro Gulinati, un “no tutto” della prima ora - lockdown-vaccino-green pass - col megafono spiega: «Se partecipate lo fate sotto la vostra responsabilità, se senza mascherina e distanziamento potreste essere denunciati».

È la coda della manifestazione di ieri pomeriggio, in centro città, due in una, 200 partecipanti: quella autorizzata del movimento 3V, in piazza Trento Trieste, a ridosso del ghetto ebraico «dove dopo le vecchie discriminazioni (razziali, ndr) oggi ci sono quelle nuove (su vaccini, green pass, ndr)», informa lo stesso Gulinati quando il corteo parte, anche con un cartello con stella di David, incrociando seduto in un bar il rabbino che non raccoglie la provocazione. A quella dei 3V, uniscono i “no green pass”, da piazza Castello dov’era il raduno non autorizzato, sfruttando lo “scudo” dei 3V. 3V che invitano a stare distanti se senza mascherina, e qualcuno sbotta «ma questa è libertà?». Tanti al microfono e una voce fuori dal coro.

«Sono un medico - dice una ragazza - se non volete vaccinarvi dovreste rinunciare alla sanità pubblica gratuita». Non finisce, le urlano «vai via». Anche questa è libertà? E quella di offendere, con toni da ultras? A fine manifestazione, ci pensa sempre  Gulinati, in crescendo, intonando: "Draghi, maiale, per te finisce davvero male".