Pensionato incensurato coltiva marijuana nell’orto

Dalla serra spuntano venti piante, in casa foglie essiccate e pronte per l’uso Il 63enne era da tempo nel mirino dei carabinieri: ieri è stato arrestato

filO. Una vera e propria piantagione di marijuana è stata scoperta all’interno della serra di un 63enne residente a Filo, che è stato arrestato dai carabinieri.

A fare la scoperta sono stati, ieri mattina, i militari del Norm di Portomaggiore assieme ai colleghi di Longastrino, i quali hanno deciso di effettuare una perquisizione domiciliare nell’abitazione del pensionato, che è incensurato, alla ricerca di stupefacenti. Da tempo infatti i carabinieri avevano notato strani movimenti nei pressi della sua casa e il fare circospetto dell’uomo, originario del Ravennate ma da tempo residente in zona.


la perquisizione

Ritenendo che il 63enne detenesse presso il proprio domicilio sostanze stupefacenti, i militari hanno dato corso alla perquisizione che ha permesso di rinvenire, nell’orto adiacente all’immobile, una serra all’interno della quale c’era una piantagione con 20 piante di marijuana, alte circa due metri, che il pensionato coltivava e dalle quali raccoglieva le infiorescenze stupefacenti.

Una parte delle foglie, già essiccate e pronte all’uso (per una quantità pari all’incirca a mezzo grammo) è stata sequestrata all’interno dell’abitazione, dove sono stati rinvenuti anche tutti gli attrezzi e i fertilizzanti utilizzati per le lavorazioni nella serra.

sequestro e arresto

Le piante sono state estirpate e sequestrate, mentre il “coltivatore” è stato dichiarato in arresto per coltivazione e produzione di stupefacenti. Su disposizione dell’autorità giudiziaria, dopo la redazione degli atti, l’uomo è stato rimesso in libertà in attesa di essere sottoposto a processo in tribunale a Ferrara. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA