Contenuto riservato agli abbonati

Rara malattia del naso, operata bimba di tre giorni

Il delicato intervento al Sant'Orsola di Bologna

BOLOGNA. Tre giorni. Questa era l’età della paziente operata al Policlinico Sant’Orsola di Bologna per una rara malformazione al naso che le impediva di respirare. Ora sta bene. La neonata pesava alla nascita due chili e duecento grammi ed era affetta da una atresia coanale, un problema di malformazione alle vie nasali. Appena venuta alla luce, a Rimini, la mattina del 20 luglio, le ostetriche si erano rese conto che la respirazione mostrava seri problemi: la piccola era in affanno e il colorito troppo intenso.

La macchina dei soccorsi si è messa in movimento, facendo intervenire anche il 118 e il pediatria, dal momento che la bambina era nata in casa per scelta dei genitori. Il sistema sanitario dell’Emilia-Romagna in questi casi mette a disposizione un servizio collegato al 118 pronto a intervenire. Il primo passaggio è stato il trasporto alla Terapia intensiva neonatale dell’ospedale Infermi di Rimini, dove i medici hanno diagnosticato la rara malformazione che consiste nello sviluppo incompleto della porzione posteriore delle cavità nasali (le coane), problema che comporta una interruzione fra le cavità nasali e il rinofaringe. In sostanza il naso è costantemente chiuso e non comunica con la gola per la presenza di un ostacolo che può essere osseo o membranoso. Nel caso della bambina si trattava di quella che la sanità chiama una atrasia bilaterale, che purtroppo è anche la condizione più seria.La bambina, una volta stabilizzate le sue condizioni, il 23 luglio è stata trasferita alla Rianimazione pediatrica del Policlinico di Sant’Orsola, il centro di riferimento regionale diretto da Fabio Caramelli. Qui l’equipe ha deciso di operarla immediatamente, nella notte fra venerdì e sabato, per accorciare il più possibile la permanenza del tubo fra bocca e trachea che può provocare lesioni delle vie respiratorie se mantenuto troppo a lungo. L’operazione ha avuto successo e la neonata respira senza aiuti. --