Contenuto riservato agli abbonati

Ferrara, buche e crepe in strada: una città da asfaltare

Numerose le vie del centro da sistemare. Oggi finalmente si interviene in Porta Mare 

FERRARA. L’estate resta la stagione più sfruttata per asfaltare le strade. Non solo per le grandi arterie di comunicazione i cui cantieri creano sempre forti disagi al traffico - come esemplifica bene la superstrada Ferrara Mare - ma anche per le strade cittadine.

In centro proseguono i lavori di sistemazione stradale inseriti nel piano delle opere pubbliche del comune di Ferrara, ma la situazione di molte vie e piazze è da rivedere e sarebbero necessari ulteriori interventi urgenti, oltre a quelli già eseguiti o programmati.


Sono infatti numerose le segnalazioni di strade che avrebbero bisogno una nuova pavimentazione dell’asfalto in centro a Ferrara, non solo per una questione di sicurezza, ma anche di decoro. Se da un lato le buche e gli avvallamenti con l’asfalto rabberciato dopo alcuni interventi di sottoservizi rappresentano delle insidie e possono diventare pericolosi soprattutto per i mezzi a due ruote, dall’altro bisogna segnalare che anche l’occhio vuole la sua parte e francamente non è bello vedere nella zona centrale della città tante strade con un asfalto in cattivo stato, per non dire compromesso, centro storico ferrarese tra l’altro riconosciuto dall’Unesco come patrimonio dell’Umanità per la bellezza di palazzi e strade carichi di fascino e storia. In questi anni, anche realizzati dalla passata amministrazione comunale, sono stati molteplici gli interventi effettuati sulle strade e le piazze del centro, ma evidentemente l’usura dovuta ad un traffico crescente, alle rotture di reti e tubature del sottosuolo, ad asfalti che non hanno retto il logorio del tempo e delle intemperie, sta diventando un problema. Un buon lavoro è stato fatto di recente in via Rampari di San Rocco e in viale Alfonso d’Este, ma occorre intervenire anche in quella porzione interna della città fatta di stradine e vicoli.

Le strade del centro. C’è da rilevare i lavori che da parecchi mesi interessano via Borgoleoni, tra l’altro c’è una pericolosa striscia di ghiaia che si è formata alla fine della strada in prossimità dell’incrocio con Corso Porta Mare e che vede la strada tutta rattoppata, ma si spera che in tempi brevi venga completamente sistemata e quelli in corrispondenza dell’asse Cavour Giovecca, nei cosiddetto angolo dei 4S, dove è previsto anche un rinnovo della pavimentazione in porfido una volta ultimati gli interventi alla sottostante rete dei servizi.

Molte le segnalazioni che riguardano le strade del centro con l’asfalto consumato e deteriorato. In particolar modo, in corrispondenza di Largo Michelangelo Antonioni e l’inizio di via Previati, l’asfalto andrebbe rifatto e qui in pratica si sono già verificate delle cadute proprio per lo stato del manto stradale. Anche via Porta Reno, soprattutto nel tratto più vicino a piazza Travaglio è da sistemare così come la vicina via Ripagrande da una parte e via Carlo Mayr dall’altro, proprio quest’ultima è la strada della movida. Nella zona del centro delimitato da corso Giovecca e via Mazzini ci sono una serie di strade con l’asfalto in uno stato non buono, da via de Romei a via Contrari, tanto per citare due esempi. C’è anche il caso via Giovanni XXIII a ridosso della rotatoria di Piazzale San Giovanni. Lo scorso anno era stata sistemata l’infrastruttura stradale circolare con un riposizionamento dei cubetti di porfido della pavimentazione, ma non è stata effettuata un’adeguata sistemazione del tratto successivo. A distanza di un anno l’asfalto della via si è ulteriormente degradato. Problemi anche in zona Arianuova e in alcune traverse di via Ariosto, ma ci sono anche strade nella parte medioevale della città che sarebbero da risanare. Attualmente ci sono lavori in via Fondobanchetto.

Porta Mare, finalmente. Un’altra buona notizia c’è. Da oggi, tempo permettendo, iniziano i lavori di rifacimento del primo tratto stradale di corso Porta Mare, che presenta numerosi avvallamento ed un stato di degrado molto forte in corrispondenza di Palazzo Massari. Una situazione anche di pericolo per l’incolumità dei ciclisti, più volte segnalata e per fortuna verrà sanata in pochi giorni. Anche perché nel frattempo in questi ultimi mesi erano state sistemate la vicine, via Borso, via Palestro e il tratto di corso Biagio Rossetti. Si completa quindi un tassello importante in una delle strade più trafficate del centro. La viabilità durante il cantiere verrà regolata da un senso unico alternato e la conclusioni dei lavori è prevista entro la settimana. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA