Lagosanto, «Le scuole non riaprono e dal Comune silenzio»

La protesta arriva dalla segretaria del Pd, che lamenta anche le troppe assenze degli assessori dai consigli comunali

LAGOSANTO. Arriva la conferma, durante l’ultimo consiglio comunale a Lagosanto, che le scuole di via Roma non saranno riaperte a settembre, ma forse prima della fine dell’anno. «Ancora una volta salta la riapertura per l’inizio dell’anno scolastico, nonostante l’attuale amministrazione abbia sempre avuto a disposizione importanti risorse economiche durante questi due anni a guida Bertarelli», dice Paola Bergamini, segretaria del circolo Pd di Lagosanto.

«Come avevamo già denunciato, il continuo esodo di massa dei dipendenti comunali, iniziato con questa maggioranza di centrodestra e mai registrato prima, ha contributo al rallentamento della macchina amministrativa e dei servizi ai cittadini. Qualcuno s’è chiesto il perché di tutto questo? Oggi cittadini e genitori ne pagano le conseguenze», sottolinea la segretaria.

Inoltre, «viene da chiedersi poi se siano solo i dipendenti del Comune a mancare o anche gli amministratori. Assessori e consiglieri di maggioranza dove sono in paese? All’ultimo consiglio comunale abbiamo assistito a un assessore che vi partecipava mentre era a cena in ferie, un consigliere dalla propria tabaccheria, ma soprattutto il vicesindaco Esposito, assente negli ultimi tre consigli comunali e definito dal sindaco “amministratore indispensabile che lavora per la propria comunità”, dove è finito?».

Bergamini sottolinea come «comprendiamo gli impegni di lavoro estivi di Esposito, che sono noti da anni, ma quando si assumono importanti cariche, con relative responsabilità vanno onorate. Stiamo parlando della seconda carica istituzionale della comunità, per questo riteniamo sia un’assenza grave e inaccettabile nei confronti dei cittadini. Se dobbiamo avere un vicesindaco part time per 6 mesi all’anno, a nostro avviso, sarebbe opportuno trovare chi ha voglia e tempo di impegnarsi di più per il proprio paese», ha concluso la segretaria. Che aspetta risposte.