Portomaggiore, centrodestra spaccato: Cavedagna presenta la sua lista

L'avvocato conferma l'intenzione di candidarsi senza il sostegno dei partiti: "Cerco solo il bene del territorio"

PORTOMAGGIORE. "Ho dato la disponibilità a candidarmi a Sindaco di Portomaggiore alla presenza del gruppo compatto della Lega locale guidato da Gian Luca Lombardi, del gruppo civico-cattolico guidato da Alex Baricordi e alcune personalità dell'area del centrodestra. Fin dall'inizio di questa avventura, oltre un anno fa, ho creduto in un progetto per Portomaggiore, un progetto fatto di persone per le persone, un progetto costruito per un Paese che amo, dove sono cresciuta, dove vivo e cresco i miei figli e in cui lavoro". Con queste parole l'avvocato Elisa Cavedagna conferma l'intenzione di candidarsi, ovviamente con una civica e in  aperto contrasto con Roberto Badolato, l'uomo scelto dal centrodestra (provinciale). E domenica alle 11 in piazza Giovanni XXIII ci sarà la presentazione della lista con cui Cavedagna si presenterà al voto alle amministrative del 3 e 4 ottobre.

"In questi anni ho assistito aa un continuo declino dovuto all'amministrazione di sinistra, che mai ha guardato ai reali bisogni dei cittadini. Credo fortemente che Portomaggiore abbia delle potenzialità importanti e che, grazie all'appoggio incondizionato delle persone che vivono su questo territorio, si può costruire qualcosa. Credo anche che l'aggregazione vada ricercata attraverso progetti e valori condivisi e questo è proprio quello che ho trovato nell'ampio gruppo che va oltre il centrodestra e che venerdì ho incontrato e che ha deciso di sostenermi in questo viaggio. In queste ultime settimane ho visto scemare tutto quello che era stato costruito in favore di scelte politiche e ho visto chiedere alleanze e aggregazioni tramite offerte di poltrone. Non sono queste ultime che cerco, bensì il solo bene del mio territorio e dei miei concittadini".