Contenuto riservato agli abbonati

Covid, nel Ferrarese casi attivi decuplicati in tre settimane

Sono saliti a 705 con altri 51 nuove positività. A Cona restano liberi 6 posti Covid. In regione crescita senza impennate

FERRARA. Ancora 51 positivi e 4 ricoveri a Cona, in una giornata che ha visto a livello regionale due decessi (entrambi nel Riminese) ma una situazione invariata in Terapia intensiva. Il tasso di occupazione dei posti letto negli ospedali ferraresi è tuttavia in crescita. I 4 nuovi ricoverati, infatti, solo parzialmente compensati da tre dimissioni e trasferimenti, sono andati ad appesantire la situazione di Cona, che vede 32 ospiti Covid (esclusa l’area ostetrico-pediatrica) su 38 posti; in particolare resta stabile ma senza margini l’occupazione dell’unica Terapia intensiva rimasta, che ha solo 4 posti. Al Delta ci sono 7 malati su 10 posti disponibili. Probabile nelle prossime ore un nuovo dimensionamento dei reparti per aumentare la disponibilità Covid.

Positivi e isolati


La pattuglia dei casi attivi cresce ogni giorno: con i dati di ieri siamo arrivati a 705, ed il lavoro per i medici territoriali delle Usca torna ad impennarsi. Sono decuplicati in meno di un mese, visto che il 17 luglio erano 70. È l’effetto di 51 nuovi positivi (concentrazione a Goro con 8 casi, oltre ai 13 di Ferrara), e dei 18 guariti (3 ad Argenta, Ferrara e Lagosanto). Solo 4 positività sono riconducibili ad un singolo focolaio, le altre sono catalogate come casi isolati; i sintomatici sono 17. I tamponi negativi nello stesso periodo sono stati 494. Le persone entrate in isolamento domiciliare sono 194, a fronte di 131 uscite dalla quarantena.

Vaccinazioni in calo

In calo il numero delle vaccinazioni, si fa evidentemente sentire l’effetto-ferie. Il 6 agosto, infatti, sono state iniettate 2.262 dosi, dicui 583 prime dosi. Il totale dall’inizio della campagna d’immunizzazione sale a 428.493, delle quali 234.836 prime dosi.

Green pass

Venerdì sera (6 agosto) era intanto il debutto del Green pass anche per quanto riguarda le sagre e in contemporanea debuttava la Fiera dell’aglio negli spazi della Delizia estense del Belriguardo. All’ingresso un cartello nel quale stava scritto che l’ingresso era consentito solamente a muniti di Green pass. All’ingresso due volontari provvedevano ai controlli: manuale per chi aveva il documento cartaceo attestante l’avvenuta vaccinazione, con controllo elettronico per chi aveva il green pass sul telefonino. Una volta entrati chi aveva prenotato veniva fatto accomodare nei posti assegnati con tanto di cartelli scritto sul tavolo. Chi invece non aveva prenotato il tavoli veniva accompagnato nei posti liberi.

Nessun problema di spazio stante la notevole disponibilità di tavoli predisposti nel cortile della Delizia del Belriguardo. Nello spazio antistante il palco dove si esibiva Joe Di Brutto i posti nelle prime file, come recitava periodicamente anche lì speaker erano stati assegnati a coloro i quali avevano prenotato la loro partecipazione al concerto. Anche in questo caso tutto è filato liscio.

Stessa cosa anche a Ferrara nello spazio del Parco Coletta, dove si è svolto il concerto di Daiana Lou.

In regione

Le positività restano su livelli alti ma senza impennate: 685 casi in più rispetto al giorno precedente. L’età media dei nuovi positivi è leggermente risalita, in quanto si attesta a 33,2 anni. Restano Bologna e Rimini le province in trincea, con 138 e 112 casi rispettivamente. Stabili appunto i pazienti in terapia intensiva, in crescita invece quelli nei reparti Covid (+17).

© RIPRODUZIONE RISERVATA