Contenuto riservato agli abbonati

Ecco la quarta ondata di caldo africano, anziani soli monitorati

Settimana con picchi fino a 39°. Tredici chiamate stagionali al numero verde di Uffa che afa. Teleassitenza potenziata ma anche aiuto per spesa e pasti

FERRARA. che questa sia destinata ad essere la settimana più bollente dell’estate 2021, con picchi fra i 37 e 39 gradi. Per Ferrara significa la quarta ondata di calore dell’anno, dopo quella di giugno (dal 17 al 24) e le due di luglio (dal 4 al 9 e dal 19 al 31), a mettere di nuovo a rischio soprattutto la popolazione fragile. Già attivo però dal 15 giugno, per interventi in caso di emergenza dovuta appunto al disagio climatico, il progetto Uffa che afa (numero verde 800072110).

Ed è nell’ambito dell’appalto del Comune del Servizio Giuseppina per le persone over 65 che è stato previsto il supporto operativo cosicché, a fronte delle telefonate al numero verde, vengono attivate, tramite un operatore sociale, azioni che rispondono alle esigenze dei più anziani. Esigenze che di questi tempi riguardano naturalmente rimedi per le elevate temperature ma anche necessità cui fa fronte, più in generale, il terzo settore: un aiuto per la preparazione di pasti e un altro per la consegna della spesa, quelli registrati in questo periodo dal Servizio. Sono diverse le chiamate gestite dal 15 giugno fino ad oggi: quelle in uscita (491) riguardano la teleassistenza che, attiva per tutto l’anno, viene potenziata durante l’emergenza caldo affiancando l’attività in entrata attraverso appunto il numero verde.


Il numero verde è poco utilizzato, le chiamate in entrata sono infatti 13 ma questo conferma solo, spiega il Servizio, «il valore di una consolidata attività di prevenzione che negli anni ha consentito alla popolazione anziana di affrontare in maniera adeguata il rischio dovuto alle alte temperature».

Nonostante questo, in vista della predisposizione del nuovo bando, a partire quindi già dal prossimo anno, ci saranno rivisitazioni del progetto: è quanto si sta valutando a livello sovra distrettuale anche con il supporto dell’Asl per rendere più incisive e innovative le azioni. L’obiettivo, sottolinea l’assessore Cristina Coletti, «è proprio quello di lavorare ancor più in sinergia con Asp al fine di poter ampliare la platea dei beneficiari della teleassistenza. Vogliamo potenziare il servizio, che a distanza di tanti anni merita di essere migliorato, e renderlo ancora più di risposta per la fascia anziana. Bisognerà lavorare con Asp e Lepida e in base a quella che sarà la risposta e ai dati che avrà a disposizione Asp Area anziani si potrà rivalutare il servizio da mettere a bando».

Intanto il caldo rovente e le grigliate di ferragosto (il 78% degli italiani si dichiara un appassionato) mettono in allarme Coldiretti, che ha predisposto un vademecum contro gli incendi. Fra le raccomandazioni: no ai fuochi vicino a boschi e aree coltivate; in quelle attrezzate controllare costantemente la fiamma; non gettare mozziconi, specie nella campagne; verificare che la marmitta della vettura non sia a contatto con erba secca.

Giovanna Corrieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA